ATLETICA: IL 23 E 24 SETTEMBRE ALLA FRATELLANZA LA FINALE ORO

Con la riunione tecnica avvenuta ieri tra Lorenzo Aralla (responsabile ditta Polytan) ed i vertici della Fratellanza 1874 tra cui il presidente Maurizio Borsari, l’azienda che sta rifacendo la pista modenese ha assicurato che i lavori saranno terminati a pochi giorni dalla Finale Oro. Il weekend del 23 e 24 di settembre le dodici migliori squadre maschili e femminili saranno infatti chiamate a schierare le loro punte di diamante per aggiudicarsi il titolo italiano. La possibilità di accedere a questa finale è stata guadagnata dai diversi team nei campionati regionali di società, dove grazie ai punteggi ottenuti nelle singole gare si è stilata una classifica. La Fratellanza per il secondo anno consecutivo vedrà presenti nella finale Oro sia la squadra maschile che quella femminile.

Le big. Non mancheranno le squadre detentrici del titolo del 2016 per difendere il titolo di campioni in carica tra i ragazzi la Enterprise Sport & Service e tra le ragazze la ACSI Italia Atletica. Agguerriti saranno anche i team avversari per riuscire a portare lo scudetto nelle loro mani.

I top Runner. Non mancheranno atleti di altissimo livello tecnico, tra cui alcuni degli azzurri che hanno gareggiato ai Mondiali di Londra, rappresentanti della nostra nazione alla Coppa Europa per club a Lille, alle Universiadi a Taipei e ai campionati Europei U23 a Bydgoszcz e Juniores di Grosseto.

L’impianto. Procedono a velocità sostenuta i lavori di rifacimento che hanno riguardato l’impianto di atletica leggera di via Piazza, che verrà utilizzato per la prima volta proprio in occasione dei campionati. L’impianto sarà uno dei più all’avanguardia d’Italia con collegamenti elettrici e strategie studiate per garantire una perfetta gestione delle gare.

I modenesi. Tutta la cittadinanza è calorosamente invitata a vedere le gare, l’ingresso sarà gratuito. Inoltre saranno allestite due tribune aggiuntive, oltre a quella già presente sul rettilineo d’arrivo che terrà 800 posti, portando la capienza dell’impianto a oltre 1.000 posti a sedere. Tutto questo per permettere una visione perfetta delle gare alle quali si è interessati. Sarà così possibile osservare da vicino il gesto tecnico del valicare un’asticella del salto in alto posta oltre i 2 metri, oppure un lancio del martello od una partenza dai blocchi: gesti molto esplosivi ed altrettanto tecnici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.