ATLETICA: REGIONALI SECONDA FASE, I RISULTATI DEI MODENESI

Grande partecipazione alla seconda fase dei Campionati Regionali di società che si è svolta a Modena nel weekend. Compito degli atleti in gara quello di migliorare i risultati della prima fase, e così è stato per la Fratellanza che ha visto tanti atleti migliorarsi. La formazione maschile della Fratellanza ha concluso in testa al ranking regionale, mentre quella femminile tallona il Cus Parma, da sempre una delle formazioni femminili più forti d’Italia.

Velocità. I risultati hanno rispettato le aspettative con buone gare sia nel panorama maschile che in quello femminile. Per quanto riguarda la quota rosa podio tutto Fratellanza nei 100 metri con Federica Giannotti che ha vinto registrando il crono di 11″96, seguita da Eleonora Iori con 12″09 e terza piazza per Leonice Germini con 12″30, lo stesso tempo realizzato anche da Laura Fattori, quinta con 12″30.

Questo prezioso quartetto è stato protagonista della staffetta 4×100 metri che sabato sera ha fatto registrare il nuovo record sociale della Fratellanza correndo il giro di pista in 46″54. L’ottimo crono ha portato nelle tasche della Fratellanza ben 1003 punti, oltre che le quattro ragazze alla vittoria della gara. Buona anche la prestazione delle allieve con Valentina Gavioli, Irene Pini, Bianca Mantovani e Alessia Conciliano 48″67.

Nella gara maschile nei 100 metri Alexandru Zlatan terzo con 10″70, portando ben 904 punti alla società , dietro a Gianantoni e Pettorossi. Nella stessa gara sesto Matteo Ansaloni con il record personale di 10″89 e settimo Fornasari con 10″90.

Seconda piazza per la soldatessa Raphaela Lukudo che per l’occasione dei campionati regionali di società è tornata a vestire i colori di casa realizzando il crono di 53″86 nei 400, portando nelle tasche della società ben 1007 punti, piazzandosi alle spalle dell’azzurra di Rio de Janeiro Folorunso 52″85 seguita da Elena Pradelli ad un soffio dal personale correndo in 57″23.

Bella vittoria anche della 4×400 femminile con Raphaela Lukudo, Chiara Tognin, Anna Cavalieri ed Elena Pradelli capaci di correre in 3:49.88. Nei 200 metri bene Zlatan che ha agguantato la seconda piazza in 21″42 mentre al quinto posto si è migliorato Matteo Ansaloni in 21″78. Nella gara femminile vittoria per Federica Giannotti con l’ottimo tempo di 24″55.

Mezzofondo. Vittoria negli 800 metri per Riccardo Tamassia con il crono di 1’49″70, quarto Lorenzo Lamazzi con il nuovo primato personale nettamente migliorato in 1’51″91. Nella gara femminile quarta Margot Basile con il tempo di 2’19″88. Nei 1500 bella prestazione di Francesca Bertoni con 4’30″78, che ha portato 912 punti alla società, seguita dalla soldatessa Christine Santi con 4’34″2.

Nella gara maschile seconda piazza per Omar Stefani con 3’57″20, con 830 punti alla società e Simone Colombini con 3’58″37. Nella marcia prima piazza per Cesare Cozza con 44’56″46 nei 10.000 metri, portando alla società ben 878 punti.

Lisa Cani ha concluso i 5000 metri al secondo posto in 24’44″25. Da segnalare nei 5000 metri quinto Mohamed Moro in 15’51″04 mentre nella gara femminile terza Elena Merighi e quarta Alice Andreoli.

Concorsi. Vittoria nel lancio del giavellotto per Greta Romei che ha lanciato al primo tentativo a 41,72 ipotecando la vittoria dal primo lancio. Nell’asta secondo Matteo Rubbiani che ha valicato l’asta posta a 4,70 metri al terzo tentativo, la sua gara si è fermata a 4,80 metri dove non ha conseguito per tre volte il valicamengi dell’asticella, i punti totalizzati sono stati 879. Nella stessa gara terzo Francesco Lama con 4,60 metri con tre errori a 4,80 metri; in gara anche Davide Tumbarello che conclude con la misura di 3,90 metri. Al femminile terzo posto per Camilla Murtas con la misura di 3,50.

Nel salto in alto prima piazza e nuovo record personale per la giovane Nicole Romani che ha valicato l’asticella posta a 1,72 metri realizzando un errore in meno di Sara Modena, che ha superato la misura di 1,72. Entrambe le ragazze hanno poi fallito i tentativi a 1,75 metri. Non molto bene Kelvin Purboo che si è fermato al quarto posto dopo aver valicato 1,92. Passando ai lanci quinta piazza nel lancio del martello per Elena Risi con 45,78 metri e sesta Anita Bonetti con 44,36 metri. Nel lancio del giavellotto sesto l’allievo Simone Coriani con 50,06 metri.

Nel lancio del disco Martin Pilato ha vinto la gara con 52,35 metri dopo il ritorno dall’esperienza in Germania, conquistando ben 916 punti. Nel getto del peso vittoria per Virginia Braghieri con 12,53 metri mentre Giacomo Drusiani ha ottenuto l’argento con la misura di 14,63 seguito da Alex Tossani, terzo con 13,32. Nella gara del lancio del disco seconda Martina Celeghini con 32,73 metri. Nel salto in lungo secondo Giorgio Setti con 6,68 metri e nona Federica Pincelli con 5,22 metri. Settimo Alessandro Guazzaloca nel salto triplo con 12,08 metri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.