CORRIDA, OGGI È IL GRAN GIORNO

Tutto pronto per la 42esima edizione della Corrida di San Geminiano che oggi pomeriggio vedrà migliaia di runners invadere le strade della città di Modena. Tanti infatti si sono dati appuntamento su viale Berengario, dove alle 14:30 partirà la corsa che toccherà strade della città a partire da via Emilia e corso Duomo, nel cuore pulsante della Fiera di San Geminiano.

Attesa come al solito la sfida al vertice tra gli atleti degli altopiani keniani e gli altri atleti africani. Il vincitore delle due passate edizioni, Thomas James Lokomwa, non sarà al via dell’edizione 2016. Spazio quindi ai keniani Chirchir, Koech e Rodgers, al giovanissimo ugandese Chemonges ed alla volata finale del ruandese Rukundo. In chiave italiani occhi puntati su Marco Salami, che conosce bene le caratteristiche del percorso e Giovanni Gualdi.

In campo femminile dopo la vittoria della scorsa edizione, tornerà sulle strade di Modena Viola Jelagat che tenterà per il secondo anno consecutivo di aggiudicarsi il successo. Non sarà affatto facile per la Jelagat dato che in campo scenderanno le azzurre Silvia Weissteiner e Veronica Inglese, al loro esordio in Corrida. La gara femminile infatti si preannuncia davvero combattuta con tante italiane di valore che si daranno battaglia.

In gara saranno ovviamente tantissimi i modenesi che vivranno la corsa come momento di confronto con il cronometro e con gli amici. Nella gara maschile attesa la prova del giovane Alessandro Giacobazzi (Fratellanza) e del triatleta Davide Uccellari che proveranno ad entrare nei primi 20 classificati. Tra le donne è attesa una bella prestazione di Francesca Bertoni (Fratellanza) che potrebbe ritagliarsi un posto tra le prime 6 donne.

A partire dalle 11:00 il PalaMolza si trasformerà nel centro logistico della Corrida, dove sarà allestita la segreteria che gestirà i quasi 1.000 competitivi in arrivo da tutta Italia. Il ritiro pettorali infatti avverrà all’interno del palazzetto, sino all’inizio della gara che avverrà alle ore 14:30.

Come tradizione 3 sono le griglie alla partenza. Nella prima griglia potranno accedere coloro che hanno il pettorale rosso (solo 300 numeri) assegnati rispettivamente ai primi 200 della scorsa edizione ed a 100 pettorali assegnati da Finelli per atleti meritevoli.
La seconda griglia invece accoglierà tutti i competitivi dal pettorale 301 al 1200.
Per i non competitivi invece l’accesso sarà dal fondo di viale Berengario, dove sono attesi fino a 5.000 partecipanti.