CARPI, E’ L’ORA DEI PLAY-OFF: QUESTA SERA LA SFIDA CON IL CITTADELLA

La settimana scorsa si è conclusa la stagione regolare: il settimo posto guadagnato dal Carpi è stato un ottimo risultato, visto che qualche mese fa i playoff sembravano irraggiungibili. Ma, durante quest’ultimo periodo, gli uomini di Castori sono riusciti a cambiare marcia e, dopo aver inanellato una serie di risultati utili, a centrare uno degli obiettivi stagionali.

Ora se la dovranno vedere con il Cittadella di mister Venturato; le due squadre vantano una vittoria per parte in campionato: all’andata gli emiliani, al Cabassi, si imposero 2-0, grazie alle reti di Catellani e di Lasagna; mentre al ritorno, al Tombolato, i veneti dilagarono con un perentorio 4-1: al vantaggio iniziale di Mbakogu, seguirono le reti di Arrighini, Iori su rigore, Valzania ed infine Paolucci sempre dal dischetto. In quest’ultima partita vengono ricordate anche le due espulsioni dei biancorossi Struna e Gagliolo, il primo per proteste, mentre il secondo per un brutto fallo a palla lontana.

Avendo superato nella classifica finale il Carpi di un solo punto, per questa sfida il Cittadella usufruirà del fattore campo. Infatti ai granata basterà anche un pareggio per accedere al secondo turno. Coach Venturato però dovrà fare i conti con alcune assenza pesanti: Scaglia e Benedetti sono infortunati, Vido è stato convocato dall’Under 20, mentre Litteri, Salvi e Varnier non sono al meglio. In particolare il primo dovrebbe partire dalla panchina, lasciando il posto in attacco a Strizzolo (in coppia con Arrighini); il difensore Varnier invece dovrebbe stringere i denti e tornare al centro della difesa veneta.

Mister Castori invece ha a disposizione la rosa completa, e quindi l’imbarazzo della scelta. Punterà dunque sulla formazione migliore possibile, anche se c’è ancora qualche ballottaggio in difesa: Struna e Sabbione a destra, mentre al centro Gagliolo è in vantaggio su Poli. In attacco invece ci sarà la coppia delle meraviglie, Mbakogu-Lasagna, pronti ad essere innescati dalle ali Concas e Di Gaudio.

di Mattia Amaduzzi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.