CARPI-SASSUOLO 1-3, LE PAROLE DEGLI ALLENATORI

LE REAZIONI A CALDO DEI PROTAGONISTI DOPO IL DERBY TRA CARPI E SASSUOLO

Di Francesco e Castori si stimano molto

Carpi-Sassuolo finisce 3-1 per la truppa di Eusebio Di Francesco, il Carpi invece non è parso in giornata. I gol neroverdi sono stati di Nicola Sansone, Grègoire Defrel e Francesco Acerbi mentre la rete  carpigiana è stata messa a segno da Riccardo Gagliolo. Gli ospiti hanno meritato la vittoria, i ragazzi neroverdi, per l’occasione vestiti in azzurro, sono stati padroni del campo. Manganelli e compagni portano a casa 3 punti fondamentali per continuare a sperare in un piazzamento valevole per l’Europa League. L’altra faccia della medaglia è quella del Carpi: i biancorossi, decisamente sottotono, hanno dimostrato di aver fatto  qualche passo indietro sul piano fisico e tecnico e hanno perso dopo 5 risultati utili consecutivi.

Il primo arrivare nella mixed zone dello Stadio Braglia, davanti a telecamere e taccuini, è stato l’allenatore che ha vinto: Eusebio Di Francesco che ha commentato così la prova dei suoi “Abbiamo giocato una buona partita contro una delle squadre più in forma del momento. Oggi – continua l’ex giocatore della Roma – i ragazzi mi sono piaciuti molto, Defrel? Oggi ha segnato ancora, lui è arrivato a quota 7 reti in stagione e sono davvero molto contento e soddisfatto per lui. Ha cominciato la stagione con qualche problemino fisico e nei movimenti non era al top ma sono felice di aver vinto questa scommessa. I tifosi mi vogliono bene – EDF continua il suo intervento con un pensiero al suo futuro – ci sono buone possibilità che io rimanga anche la prossima stagione. Nel nostro paese non si pensa molto alla programmazione, il Sassuolo invece ti permette di farlo e diventa difficile andare via da una situazione come questa.”

Passato il “Difra” ecco arrivare il mister del Carpi, Fabrizio Castori, anche con un pizzico di delusione parla della prova dei suoi “I meriti dell’avversario è giusto riconoscerli. Il Sassuolo è un’ottima squadra, loro giocano  bene ed hanno calciatori di grande qualità. Purtroppo è necessario dire che ci sono anche i nostri demeriti: abbiamo commesso alcuni errori, soprattutto sui primi due gol, ma anche in fase offensiva. Quando si sbaglia è difficile fare risultato.  Dopo cinque risultati positivi ci può stare un calo come quello di oggi. Il campionato non è finito -non fa drammi l’ex tecnico del Cesena –  non facciamo drammi. Possiamo far meglio, dobbiamo rialzarci già a partire dalla prossima partita”.
Guarda già alla prossima sfida Castori e al finale di stagione che attende il suo Carpi “Stiamo lottando per raggiungere la salvezza. Mancano ancora sette partite alla fine del campionato, cercheremo di fare il nostro meglio fino alla fine. Quello di oggi non è stato il vero Carpi. Ci sono stati segnali negativi in settimana come l’indisponibilità di Mbakogu, l’infortunio di Lollo, che sembrava recuperabile ma non è riuscito a farcela, uniti alle squalifiche di Suagher e Crimi e ad acciacchi vari che non ci hanno consentito di essere al top. Non vogliamo scuse, ora testa alla trasferta di Verona”. 

Dalla Sala Stampa dello Stadio Braglia

Filippo Mattioli