CARPI TROPPO RINUNCIATARIO, IL PALERMO NE FA QUATTRO

Il Carpi non riesce a dare continuità ai risultati e alle prestazioni positive degli ultimi tempi ed è travolto a Palermo dai rosanero di Tedino. Troppo rinuncitaria la squadra di Calabro, che lascia in panchina Melchiorri, contro un Palermo rimaneggiato da infortuni e assenze per impegni con le nazionali. I rosanero vanno in vantaggio al 18′ del primo tempo con un rigore concesso per fallo di Verna su Jaialo e trasformato da Coronado che inizia così il suo show personale.

Nella ripresa, dopo soli due minuti, è lo stesso brasiliano a raddoppiare concludendo in spaccata sul secondo palo una bella azione iniziata da Jaialo e proseguita da Rispoli. La reazione del Carpi è poco convinta, mentre il Palermo insiste e chiude il conto con La Gumina al 22′ e ancora con Coronado al 31′ della ripresa con un gran tiro a giro dal limite dell’area. Una battuta d’arresto pesante quella dei biancorossi, che deve far riflettere e che torna a porre qualche dubbio sulla panchina di Antonio Calabro.

TABELLINO

Palermo-Carpi 4-0

Marcatori: 18’pt rig., 2’st e 31’st Coronado, 22’st La Gumina

PALERMO (3-5-1-1): Pomini, Dawidowicz, Rajkovic, Szyminski; Rispoli, Murawski, Jajalo (30’st Fiordilino), Gnahorè, Rolando (39’st Fiore); Coronado; La Gumina (34’st Moreo). A disposizione: Maniero, Guddo, Accardi, Santoro, Rizzo. Allenatore: Tedino

CARPI (3-5-1-1): Colombi, Capela, Brosco, Ligi; Bittante, Verna (23’st Jelenic), Mbaye, Garritano (32’st Saric), Pachonik; Sabbione (6’st Melchiorri); Nzola. A disposizione: Brunelli, Concas, Giorico, Malcore, Poli, Di Chiara, Pasciuti, Calapai, Saber. Allenatore: Calabro

Arbitro: Ghersini di Genova.

Ammoniti: Brosco (Ca)

(foto dal sito www.carpifc.com)

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.