LE PAGELLE GIALLOBLU’, MARZORATI IL MIGLIORE, BENE LUPPI E BELINGHERI

Marzorati e Luppi i migliori, Stanco e Bentivoglio invece in ombra. Ecco le pagelle dei gialloblù nella fondamentale sfida con il Livorno.

MANFREDINI 6,5, un uscita a vuoto nel primo tempo ed è salvato dal palo nella ripresa sul tiro di Baez. Per il resto sempre sicuro sia sulle palle alte che sulle conclusioni da fuori area degli attaccanti livornesi. Applauditissimo dai tifosi gialloblù.

CALAPAI 6, il primo tempo è insufficiente con diverse indecisioni in difesa e poca spinta in avanti. Meglio nella ripresa, anche quando, con il passaggio a cinque dietro, è costretto a fare il centrale di destra.

ALDROVANDI 6,5, una incertezza all’inizio che poteva costare cara, poi prende fiducia man mano che passo il tempo anche aiutato, bisogna ricordarlo, da un ottimo Marzorati. Un giocatore intelligente che ha sicuramente margini di crescita.

MARZORATI 7, forse il migliore in campo dei gialloblù. Pochissime sbavature e tanta concretezza in una difesa quasi inedita in cui riesce a dare sicurezza anche al giovane Aldrovandi. In crescita di fiducia e convinzione.

RUBIN 6, molto bene nel primo tempo quando, proprio da un suo tiro dal limite respinto corto da Pinsoglio, arriva il gol decisivo di Luppi. Cala invece vistosamente nella ripresa fino ad essere sostituito da Popescu.

POPESCU 6, un quarto d’ora finale al posto di Rubin senza infamia e senza lode.

BELINGHERI 6,5, inizia col rallentatore, ma cresce dopo il gol di Luppi con il Modena in difficoltà. E nella ripresa avanza il suo raggio d’azione, comincia a recuperare diversi palloni e offre un contributo importante anche in fase difensiva. Un giocatore in crescita.

BENTIVOGLIO 5, diversi errori di precisione e alcuni palloni persi malamente dimostrano che non è in grande giornata. Probabilmente il canarino che ha maggiormente risentito delle partite ravvicinate. Esce ad inizio ripresa sostituito da Giorico.

GIORICO 6,5, se è in condizioni non può essere lasciato fuori. Il suo ingresso accresce il livello del centrocampo gialloblù sia per quanto riguarda l’interdizione che in fase di rilancio. E nel finale, con una azione personale in contropiede, guadagna una punizione molto favorevole poi fruttata malissimo dai compagni.

CRECCO 5,5, tanti errori e tanti palloni persi, soprattutto nel primo tempo, si riprende però in parte nel finale. Corre e lotta ma spesso fa la giocata sbagliata.

NARDINI 6, per la corsa e per l’impegno sarebbe sempre da otto. Più impreciso e arruffone però che in altre partite anche se, in tante situazioni, si comporta da vero leader.

STANCO 5, una delle prestazione meno brillanti dell’attaccante di Pavullo, forse anche per gli strascichi dell’influenza. Si fa notare quasi di più per qualche buon intervento difensivo che per le classiche spizzate in area avversaria.

LUPPI 7, la riscossa del Modena dopo Lanciano porta in buona parte la sua firma. Ha segnato tutti i gol gialloblù delle ultime quattro partite, che sono valsi nove punti, ed ha dimostrato di saper essere anche cinico in area di rigore. Non più una sorpresa ma una conferma.

CRESPO 6,5, la squadra, dopo Lanciano, si è veramente ricompattata attorno a lui e questo non può essere che un merito per il tecnico argentino. E da anche l’impressione di calarsi sempre di più nella realtà della serie B dove, si sa, bisogna cercare di conquistare punti a volte anche con esperienza e giocando peggio dell’avversario.

(GB)