MODENA FC, LE PAROLE DI SGHEDONI, SALERNO E TOSI DELLA PRO MODENA

Conferenza di presentazione del Pro Modena

12.55 –  Tosi: “Il vantaggio che c’è adesso è che abbiamo noi il coltello dalla parte del manico. Decideremo noi chi potrà inserirsi in società, giudicheremo sulla voglia, sulla credibilità e sull’età (ride). Ripartire da zero mi spaventa? Ho la fortuna di essermi allenato con il Lentigione con questa categoria. In serie D si parte ogni anno con neanche un giocatore e bisogna andare a prenderne 23/25. Mi auguro, potendo accedere ad un livello più alto di mercato, di arrivare al nostro obiettivo. Giocatori dal Lentigione? Pochissimi ce ne sarebbero, non è escluso però è tutto da valutare. Avversario del Modena? Mantova nel nostro girone, sicuramente il Forlì con il suo centenario, l’ Imolese e c’è da osservare cosa succede con il Prato, forse il Santarcangelo. Partiamo di sicuro in 4/5 che vogliamo andare su. Dobbiamo avere l’aiuto della città. Dovrò far valere le mie conoscenze in A e in B per portare giovani bravi in squadra. Una bandiera da portare a Modena? In un ambiente così è utile, sarebbe difficile trovarlo. Perna ha fatto un campionato strepitoso, però per ora non lo so.”

12.45 – Salerno: ” Facendo un bando, in cui può partecipare chiunque, abbiamo rischiato. Non è stato per nulla scontato perchè le altre proposte sono state tutte credibili. La commissione ci chiedeva di dettagliare il budget che verrà a messo a disposizione. Abbiamo garantito 2 milioni di euro compreso di fidejussione bancaria. Non era per nulla scontato anche se Amadei e Sghedoni sono stati chiamati. Non sappiamo ancora lo sponsor, il ritiro probabilmente sarà a Fanano. Secondo noi non c’è la possibilità di trovare accordo con gli altri gruppi, cercheremo di incontrare persone, abbiamo già alternative. Dobbiamo solo scegliere, non devono rompere il gruppo.”

12.40 – Salerno: “Per quest’anno non faremo in tempo a stipulare un accordo con il Comune, probabilmente andremo in affitto. Però faremo dello stadio il nostro punto forte.” Risponde anche l’assessore Guerzoni: ” Troveremo una formula di utilizzo continuativo, saranno solamente dei formalismi. C’è una richiesta nettissima di tutte le infrastrutture del Braglia. Il nostro compito sta mattina abbiamo concluso i contatti con la Lega Dilettanti, poi ci incontreremo con la nuova società. Rispetteremo quello che ci è stato richiesto, ci sarà solamente da seguire la voglia di rifondazione che aleggia in questo periodo.  Noi dei Comune siamo a disposizione per rendere possibile questa rinascita. Nel caso la Rosselli andasse in D non giocherà al Braglia, l’accreditamento sarà unico ed andrà solamente al Modena Calcio. Dobbiamo ripartire da una serie D, calcio dilettantistico. Non girano capitali così importanti, non ci saranno dei problemi da questo punto di vista.”

12.38 – Sghedoni : ” Le altre quote vacanti è un elemento di rischio?  Speriamo di trovare altri due soci giovani. Se non li troveremo, le toglieremo da Tosi e verranno distribuite tra di noi ma credo che entrerà qualcuno di nuovo.” “Il problema della copertura del 100% ce lo siamo posti, per tempistiche non abbiamo potuto fare diversamente. Sicuramente lo risolveremo nel migliore dei modi.”

12.32 – ” Cerchiamo un allenatore che abbia già vinto la D e che abbia già fatto la C. Serie C e Serie D hanno un collegamento che ormai sono sullo stesso livello. Lentigione? Amadei è solo uno sponsor, credo continuerà a sponsorizzare. Qui invece Amadei è un socio. Il Lentigione è un miracolo che faccia la D, c’è da applaudire tutti. Non credo si potrà fare di più la. E’ un passatempo che si fa per lo sfizio di fare. Non è una realtà sulla quale si può competere con città del calibro di Modena. Perchè Amadei è tornato a Modena? Lui non si è proposto, è stato invitato. Romano cerca di stare con persone con cui sta bene, con cui c’è affinità. Sono stati fatti tanti tentativi e tante iniziative e spesso si sono arenate perchè è difficile costruire delle società con persone che hanno diverse visioni. Ha cercato di trovare delle persone con le quali pensa di stare bene e con le quali vuole stare. Non sarà più la figura del passato solo al comando, avrà un ruolo più defilato, dove i soci saranno tutti alla pari. E’ una persona che è ancora molto attivo nella sua azienda e nelle sua attività. Gli piace socialmente partecipare, credo potrà darci un grande mano. Le altre quote vacanti è un elemento di rischio?

12.24 – Passaggio di testimone al DS Tosi: ” Siamo contenti e consapevoli di ciò che ci aspetta. Siamo abbastanza esperti. La società? Stiamo cominciando a lavorare, abbiamo lavorato poco ma siamo pronti. La cosa certa che c’è è l’area tecnica, sono io il DS. Entro fine mese sceglieremo un allenatore, dobbiamo scegliere il migliore. Insieme a questo faremo la squadra, cercheremo di seguire una linea guida ben definita: in questa categoria contano quasi di più la corsa e la cattiveria che la tecnica. Dovremo prendere giocatori conoscitori della categoria e soprattutto con voglia. Terremo conto di queste cose per creare una squadra competitiva. E’ confermato Andrea Russo come segretario. Una figura per marketing ed una per la comunicazione. Dobbiamo ricreare tutto da zero cercare di far crescere pian piano fino a farla diventare nei prossimi anni una struttura adeguata alle realtà del momento. Ritornerà con noi Stefano Casolari. Settore giovanile? Siamo in via di definizione con una figura che svolgerà il compito di settore giovanile competitivo. Faremo 4 squadre: Juniores, due allievi e due giovanissimi. Fabio Dall’Omo avrà ancora la Scuola Calcio. Sede, prima squadra e settore giovanile sono i tre punti cardine dai quali partire. Sarà una settimana di grandi lavori su questi temi, siamo ancora agli arbori di questa nuova attività. Ci sarà grande passione e grande voglia, vedrete che qualcosa di buono faremo. Per fare risultato è fondamentale una grande coesione tra una società forte e solida, una buona squadra e la città che ci dia una mano e che ci sostenga. Credo che a Modena adesso ci siano queste premesse.”

12.16 – Parola a Sghedoni: ” Ringrazio tutti ma anche l’avvocato Lotti perchè ci ha preparato tutti gli incartamenti per il bando. Ringrazio le altre cordate, da tifoso, perchè con la loro partecpazioni hanno dimostrato di avere un grande attaccamento ai colori gialloblu. Dobbiamo completare i ranghi societari, si cercherà di portare in società delle persone capaci che se ne intendono di calcio e soprattutto dei giovani. C’è molto lavoro da fare, ma abbiamo la fortuna di avere Doriano Tosi che dovrà organizzare la gerarchia. Si parte da zero, di cose da fare ce ne sono veramente tante. Bisogna poi cominciare a giocare: come tutti i tifosi anche noi vogliamo vincere perchè altrimenti cosa siamo venuti qui a fare? Faremo tutto il possibile per vincere. Metteremo tutti gli strumenti possibili (i money) ma non sono tutto perchè ci vuole la competenza e la “buona stella”. Sono convinto che il nostro ingrasso in società sia accolto in maniera favorevole dalla piazza ed aspetto i tifosi in massa allo stadio, con grande entusiasmo e tifo. Vogliamo vincere e forza Modena. Perchè il Modena adesso ad ottanta anni di età? Non saprei rispondere con precisione. E’ capitato un giorno, ero in ufficio, mi arriva una chiamata da Amadei e mi chiede: ” mi vieni a fare compagnia?”. Ci ho ragionato su un attimo, dammi due giorni di tempo e dopo gli ho detto di si. Con il tempo ho capito che quando avevo lasciato il tavolo delle trattative avevo fatto bene. La famiglia? Mia moglie si interessa più lei di me. Aziende? No, siamo coinvolti solo noi personalmente, mettiamo fondi personali. Avrei un socio da proporre, uno che a me piacerebbe molto, staremo a vedere. Ho sempre pensato con la mia azienda più al domani che oggi. Vorrei che entrassero due persone giovani, competenti. Sono fiducioso.”

12.11 – Parla Salerno: ” Ringrazio il Sindaco e il lavoro della Commissione per aver espresso un parere favorevole. Da oggi in poi possiamo solo parlare di calcio giocato. E’ stato un anno di umiliazione e di fallimento, da oggi si deve ripartire. Se da oggi possiamo parlare solo di calcio lo devo ai miei soci: senza il loro impegno e determinazione non saremo qui oggi. Queste persone si sono messe in gioco, si poteva vincere il bando come perderlo. L’hanno fatto per la passione e amore che hanno per il Modena Calcio. Abbiamo preferito tenere un profilo basso perchè, dopo aver presentato il bando, dovevamo solo attendere il lavoro ella commissione senza interferire in nessun modo. Il nostro gruppo ha tra le caratteristiche fondamentali quello di essere unito e coeso. Il progetto calcistico verrà attuato da Doriano Tosi, la persona più adatta e competente in qualsiasi categoria. Sentiamo il peso della responsabilità, quindi vorremmo il sostegno di tutta la città. Vorremmo anche essere giudicati fra 3 anni, sarà colpa nostra se non saremo riusciti a raggiungere questi obiettivi, però ci saranno anche meriti se riuscissimo a realizzare ciò che abbiamo promesso.”

12.07 – Prende la parola l’avvocato Lotti: “Buogniorno a tutti, come potete vedere non è presente Romano Amadei per indisposizioni. Il 18 maggio 2018 deve rimanere una data importante per la storia del Modena Calcio. Ieri c’è stata l’aggiudicazione a favore della nostra cordata, quindi deve essere una data fondamentale per la ricostruzione del calcio a Modena. Le tre cordate avevano progetti tutti adeguati, a dimostrazione della serietà dei partecipanti. Noi abbiamo avuto la preferenza, di questo ringraziamo il Sindaco. Vogliamo ricostruire il calcio a Modena dopo le vicessitudini del recente passato. Abbandoneremo il nome PRO MODENA e vogliamo acquistare il marchio MODENA FC 1912. Siamo pronti ad accettare le sfide, stiamo partendo da zero e ci serve un periodo di tempo per organizzarci. Nei prossimi giorni ci attendono contatti continui con il comune per instaurare le convenzioni riguardanti lo stadio e le infrastrutture. Questo è quanto mi premeva riferirvi.”

12.03 – Sono seduti tutti al tavolo: il presidente Carmelo Salerno, Romano Sghedoni, l’assessore Giulio Guerzoni e il DS Doriano Tosi. Manca solamente Romano Amadei

12.00 – Buongiorno a tutti i lettori di Modenasportiva.it. Ci troviamo nello studio dell’avvocato Lotti dove a breve inizierà la conferenza di presentazione della società Pro Modena, compagine scelta dal sindaco Muzzarelli per la formazione della nuova società calcistica.

Qui sotto il video integrale della conferenza stampa del gruppo Pro Modena

Conferenza stampa Pro Modena, presso lo studio dell'avvocato Lotti

Pubblicato da Modenasportiva.it su sabato 19 maggio 2018

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.