MODENA-VIGOR CARPANETO 1-0, DECIDE IL DIFENSORE DIERNA

C’era davvero un’atmosfera di festa al Braglia per questo ritorno in campo del Modena a quasi un anno dal fallimento e a un anno e mezzo dall’ultimo match ufficiale giocato sul terreno del Braglia. La coreografia della curva Montagnani, gremita, è quella delle grandi occasioni, al punto che quasi ci si dimentica che si gioca una partita di serie D contro il semi sconosciuto Vigor Carpaneto. L’approccio della squadra di Apolloni, nella quale giocano un po’ a sorpresa il portiere Dyeie al posto di Piras e Emilio Dierna al posto di Gozzi, è finalmente di quelli giusti e dopo cinque minuti un incursione di Baldazzi costringe un difensore al fallo da rigore. Sul dischetto Ferretti che, forse intimorito dalla Montagnani, calcia con pochissima spinta facendosi parare il tiro dal portiere del Carpaneto. La seconda grande occasione per i canarini capita ancora sulla testa di Ferretti che in tuffo d’angelo manda il pallone a stamparsi sulla traversa. Col passar dei minuti il Carpaneto vince il timore reverenziale dell’inizio e si fa vedere in avanti, soprattutto sulla sinistra con la coppia Mauri-Carrozza che crea qualche grattacapo a Ndoj, ma la porta gialloblù non corre grandi rischi.

Nella ripresa è il Carpaneto a rendersi pericoloso per primo, dopo un errore di Zanoni che lancia Rantier. Bravissimo nell’occasione il portiere Dyeie a uscirgli contro e a rubargli il pallone in tuffo. Sul primo corner a suo favore, l’unico del match contro i setti battuti dagli ospiti, il Modena va in vantaggio. Batte Lauria, Ferretti spizza di testa e Dierna, con una girata da vero centravanti mette in rete. E’ il gol decisivo del match. Da quel momento in avanti i canarini controllano il risultato anche dopo la tipica girandola di cambi, rischiano pochissimo, ma non riescono nemmeno ad essere granchè pericolosi in contropiede. Il match si conclude quindi con la prima vittoria del nuovo corso gialloblù, una vittoria che fa ben sperare perchè ottenuta con una vera e propria prestazione da serie D, con grinta, corsa e grande umiltà. E la prossima domenica subito un derby per Romano Amadei e Doriano Tosi, quello con il Lentigione.

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.