SASSUOLO, DE ZERBI: “CONTANO MENTALITA’ E VOGLIA DI ESSERE PROTAGONISTI”

Quest’oggi è stato presentato ufficialmente Roberto De Zerbi come nuovo allenatore del Sassuolo Calcio. L’ex Benevento ha parlato dell’affinità tra la sua mentalità e quella della società neroverde e di quanto sia impaziente e contento di iniziare la sua nuova avventura. Il mister ha inoltre anticipato il nuovo colpo di mercato del Sassuolo: infatti Kevin Prince Boateng è di fatto un nuovo giocatore neroverde e verrà presentato nella giornata di domani.

Vorrei innanzitutto ringraziare la mia ex squadra – ha affermato De Zerbiper l’opportunità che mi ha concesso e ora sono felice di essere arrivato qui, nonostante con un anno di ritardo. Non voglio fare la comparsa, voglio portare avanti le mie idee, rispettando però quanto finora di buono è stato fatto dai miei predecessori. La mia filosofia si sposa con quella della società e del ds Rossi. La squadra? Il Sassuolo ha una grande mentalità, la stessa che le ha permesso di espugnare San Siro più volte. Si può essere aggressivi con più moduli, non solo il 4-3-3. Adatterò il modulo a seconda dei giocatori a disposizione, conta principalmente la mentalità a la voglia di essere sempre protagonisti. Gli obiettivi? Mi sono reso conto fin da subito la passione del patron Squinzi per il calcio. Al momento non si possono delineare gli obiettivi, perchè non abbiamo ancora una rosa su cui poter lavorare. Non è importante capirlo adesso, si capirà a inizio campionato.

Il mister ha parlato inoltre parlato dei giocatori attualmente in rosa, dei nuovi arrivi e delle possibili uscite: Berardi è un ragazzo importante, che ha avuto un grosso calo ma che ha già fatto grandi cose nonostante la sua giovane età. I nuovi acquisti? Di Francesco lo seguivo dai tempi del Palermo, Djuricic è un professionista esemplare e non ha avuto il successo che meriterebbe e Boateng infine è un valore aggiunto. Io il nuovo Di Francesco? Non è una pressione, anzi è un complimento perché stimo sia il padre che il figlio. Sono abituato alla pressione e non mi spaventa. Io sono sempre stato abituato a giocare in piazze molto calde. La volontà è quella di riempire lo Stadio e far sì che la gente si avvicini alla squadra

A proposito di mercato, sono interventuti anche il dg Giovanni Carnevali e il nuovo ds Giovanni Rossi. “La passata stagione – ha affermato Carnevaliavevamo pensato di tenere gli stessi giocatori, puntando su un gruppo solido e vincente. Quest’anno, invece, incomincia una nuova era. Se un giocatore crede nel progetto Sassuolo, allora continueremo a puntare su di lui; se invece vorrà provare nuove esperienze, allora cercheremo di accontentarlo se ci saranno le condizioni economiche giuste, come è successo nel caso Politano“.

E’ fondamentale – ha aggiunto Rossiavere giocatori funzionali al progetto e pronti a sposare la causa. Francesco (Acerbi), negli ultimi 4 anni, è stato uno dei migliori difensori italiani e perciò bisogna trattarlo come un giocatore di valore

Infine il mister De Zerbi ha parlato della squalifica che lo terrà lontano dai campi per 3 mesi: “Vivrò gli allenamenti nello stesso modo, non ci sarà differenza. Se non ho voluto patteggiare è perchè ho avuto i miei motivi. Non condivido la sentenza e presto ci sarà l’appello

MA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.