SERIE D: IL CASTELVETRO SI RILASSA, LA VIRTUS TORNA A SQUILLARE

La squadra di Serpini non convince, mentre sull'altra sponda modenese torna il sorriso (e l'orgoglio)

Si ribalta la situazione del weekend di Serie D. Il “Castello” di Chezzi ritorna alla vittoria tre mesi e mezzo dopo l’ultima volta, mentre il Castelvetro, dopo tre vittorie di fila, si adagia nella terra di Renzi, finendo per inciampare meritatamente.

La compagine virtussina è passata al “Ferrarini” contro l’Adriese, diretta concorrente per la salvezza, per 3-0. Un risultato che mancava dalla stagione scorsa, maturato grazie alle marcature di Mezgour e Martino nel primo quarto d’ora che indirizzano la gara, messa in cassaforte da Signorino ad un quarto d’ora dal triplice fischio. La Virtus, con i tre punti così conquistati, sorride, pur senza riprendersi un posto “utile” attualmente per il galleggiamento in Serie D. Abbandona tuttavia la piazza di “fanalino”, proprio una settimana prima dello scontro a Poggibonsi, che “fanalino” lo è nel momento in cui scriviamo. L’accesso ai play-out è ora più vicino: solamente due le lunghezze tra Castelfranco ed il gruppo spareggio.

Esce invece amareggiato il tecnico del Castelvetro Serpini dalla trasferta a Rignano, contro la Rignanese. Decisivo il gol di Meucci (in foto, tratta dalla pagina Facebook) in apertura, abile a sfruttare un tap-in con dormita generale della difesa modenese. “Ci siamo adagiati sugli allori, eravamo senza determinazione rispetto alle ultime tre partite. Questo atteggiamento è inaccettabile”, spiega il mister emiliano, lasciando capire, tra le righe, che una salvezza praticamente certa congiunta all’impossibilità di raggiungere lidi nobili, espone al rischio di un facile rilassamento primaverile. Prevenire è meglio che curare…

di Gigi Ferrante

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.