SPAREGGI, PRIMI VERDETTI: CITTADELLA TORNA IN PROMOZIONE, GIÚ ANCHE IL MONTEOMBRARO. LA PIEVE CI CREDE

Il Monteombraro saluta la categoria dopo sette anni, la Citta dopo due. Finale play-off tutta modenese per l'Eccellenza. Il Manzolino interrompe il sogno, il Polinago cade in finale

Piovono i primi verdetti nel mondo dilettantistico. Oggi sono andate in scena le gare valevoli per i play-off e play-out dall’Eccellenza alla Prima Categoria. Vediamo come se la sono cavate le modenesi impegnate.

ECCELLENZA GIRONE A

In gara unica si gioca il play-out tra Salsomaggiore e Cittadella Vis San Paolo (in foto). La “Citta” è però costretta a vincere, essendo arrivata dietro ai parmigiani in classifica di due punti.

La gara, come si conviene, è tesa. Alla fine, però, prevale il Salsomaggiore in virtù di un pareggio al termine dei tempi regolamentari, 3-3 (gol di Cissè, Russo e Rizzo per gli ospiti), che diventa vittoria appannaggio dei padroni di casa: 4-3 nell’extra-time. Vengono così condannati i ragazzi di Modena. Questi ultimi, dopo un campionato piuttosto complicato, tornano in Promozione dopo il biennio 2015-2016 e 2016-2017 in Eccellenza.

PROMOZIONE GIRONE B

Un sorriso ed un grande dispiacere nel girone B di Promozione, dove sono raggruppate le modenesi. A brindare per la finale play-off conquistata è La Pieve Nonantola, corsara a Scandiano: un 2-4 con Pecora protagonista (tripletta) che porta i ragazzi amaranto dritti alla finalissima, in programma domenica 14 maggio in casa della Solierese, che attendeva la vincitrice di oggi e avrà i due risultati a disposizione. Comunque vada, una formazione geminiana andrà in Eccellenza assieme alla Rosselli già promossa, “rimpiazzando” la Cittadella.

Dispiaceri invece per il Monteombraro, impegnato nella sfida per il mantenimento della categoria. Se la Scandianese ha perso la sfida reggiano-modenese contro La Pieve, l’Arcetana l’ha spuntata.

Ad Arceto il Monteombraro passa in vantaggio ma si fa rimontare, come spesso accaduto nella stagione corrente, e al termine dei 90’ il punteggio è sul 2-2 (reti di Di Costanzo su rigore e Toni). I biancoazzurri però giocano con l’uomo in meno dall’1-1. Ci sono i supplementari, la squadra ospite schiaccia il piede sull’acceleratore con grande orgoglio ma la coperta è corta e arriva il gol del 3-2. Giù la saracinesca. Monteombraro in Prima Categoria dopo sette anni. Le farà compagnia la Vignolese e il Crevalcore, già out.

PRIMA CATEGORIA

-GIRONE C

Non è ancora tempo di verdetti assoluti nel girone “C”. La semifinale è tra Vis San Prospero e Manzolino, rispettivamente 2° e 5° arrivate. In finale, ad attenderle, il Ravarino. La 4° in graduatoria, il FalkGalileo, vincitore della Coppa, sale di diritto e dunque evita ogni velleità playoff.

Nella semifinale è la Vis a prevalere, di misura, sul Manzolino di mister Orlandi. Basta l’1-0 siglato da Pucillo ai ragazzi della bassa per ipotecare la finalissima, tra sette giorni, domenica 14 maggio alle 16:30. Sarà la Vis a giocare con due risultati su tre a favore contro il Ravarino.

-GIRONE D

Finale secca invece nel girone “D” in virtù delle distanze in classifica superiori ai sei punti tra 2°-5° e tra 3°-4°. Se la sono giocata l’Atletico Montagna e il Polinago.

Ad avere la meglio, ancora di misura per 1-0 (Zannoni), sono stati i reggiani dell’Atletico Montagna, che tornano in Promozione dopo cinque stagioni in Prima.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.