STADIO: CALIENDO RISPONDE AL COMUNE E FA ENTRARE I TIFOSI

La querelle tra Antonio Caliendo e il Comune di Modena continua. Dopo il comunicato stampa dell’amministrazione mandato ieri ai giornali in cui si manifestava preoccupazione sulle condizioni reali dello stadio, definite peggiori del previsto, anche alla luce di immagini mostrate dalla tv, stamattina il patron gialloblù è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno per dare la sua versione dei fatti. “La situazione non è assolutamente così come è stata dipinta – ha dichiarato Caliendo – l’erba in mezzo al campo era soltanto da tagliare poi si sarebbe potuto giocare benissimo. Invece siamo costretti ad andare a Forlì. E inoltre se si mostrano le immagini di un termosifone in fase di riparazione la situazione sembra peggiore di quanto non sia“. Il patron ha anche detto di aver invitato una delegazione di tifosi, tra i quali alcuni di quelli a suo dire più critici, a vedere con i loro occhi le condizioni dello stadio e che gli stessi abbiano verificato come la situazione non fosse come era stata dipinta.

In effetti lo stato del Braglia non è così drammatico come si vorrebbe far credere – hanno confermato alcuni partecipanti al “tour” dello stadio contattati telefonicamente – l’erba bruciata di cui si è parlato è fuori dal campo, non dentro come si era detto, e lo stadio ci ha dato l’impressione di essere assolutamente utilizzabile“.

Nonostante ciò il Modena giocherà domenica a Forlì contro la Pistoiese e Caliendo continua a parlare di una trattativa ben avviata e “vicina alla conclusione”. Se sarà l’ennesimo abbaglio di questa calda estate gialloblù lo scopriremo solo vivendo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.