PIAZZA: “TRENTO PERICOLOSO SUL CAMBIO PALLA. I TIFOSI DI MODENA SONO STRAORDINARI”

Roberto Piazza in conferenza

Coach Piazza ha presentato la semifinale di Coppa Italia tra Modena e Trento. Inoltre ha detto la sua per quanto riguarda quello che è successo in settimana, ovvero le polemiche post Modena-Perugia (leggi qui)

“La presenza di Modena alla Coppa Italia ormai viene data quasi per scontata. Per me è la prima volta che faccio le Final Four con Modena: l’ultimo mio ricordo di questa competizione è molto lontano. Si fa sul serio dall’inizio dell’anno, oggi è solo un passo in più.

Modena vince da due anni di fila? Questa è la storia, è quello che la squadra si è guadagnata in questi anni. Adesso bisogna confermarsi e non è mai troppo facile. C’è sempre qualcuno che ti prende di mira: in settimana ho letto qualche parola brutta che non voglio ripetere. Siamo l’obiettivo di tutte le squadre che sono presenti a Bologna. La prima è Trento e vedremo se saremo capaci di superare questo primo ostacolo.

Trento? Sicuramente è una squadra diversa da quella del girone d’andata: più rodata e più consapevole; Angelo (Lorenzetti) conosce bene l’ambiente. In poche parole ieri ha detto che Modena ha una bella battuta e che Trento per fare la partita dovrà tenere il cambio palla. Mi aspetto che i ragazzi siano pronti per l’evento, ma d’altro canto mi aspetto una Trento molto abile proprio nel cambio palla.

Come stanno i ragazzi? Sei tranquillo? Io non sono mai sereno e non lo sono mai stato. I ragazzi mi hanno abituato a prestazioni straordinarie, e ad alcune un po’ meno. Vediamo come vanno i prossimi allenamenti e poi domani giocheremo una grande partita.

Stesso clima come con Perugia? E’ stato straordinario il clima in campo, meno per quanto riguarda quello vissuto in settimana. Le persone che non partecipano a queste manifestazioni hanno tempo da perdere, chi invece le fa deve concentrarsi e andare avanti su quello che è importante, cioè lo svolgimento delle Final Four. Il Palapanini è incredibile, i nostri tifosi ci seguiranno come sempre e sono l’ottavo e forse il nono e decimo giocatore in campo; corretti e ironici al punto giusto. Con Perugia è stata una partita combattutissima, che Modena poteva portarsi a casa prima, ma è stato importante vincerla perché dimostra che i giocatori sanno cosa fare quando l’obiettivo è vicino”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.