DIRETTA GP CANADA LIVE STREAMING: HAMILTON TRIONFA, VETTEL QUARTO MA GRANDIOSO. RAIKKONEN CHIUDE SETTIMO

Tutte le emozioni da Montréal, per il GP canadese

È tutto da Montréal. Grazie per averci seguito. Prossimo appuntamento per il 25 giugno, si corre a Baku, Azerbaijan. Buon proseguimento sulle nostre pagine.

La Ferrari riesce a mettere una pezza ad una partenza sventurata. Lo start dal lato sporco ha infatti penalizzato Vettel, che ha danneggiato l’ala e si è fermato per primo ai box. Ma Seb non ha mollato ed ha rimontato fino alla fine, grazie anche ad una strategia positiva da Maranello che ha sfruttato Raikkonen. Verstappen ritirato.

Sul podio non poteva mancare la “bevuta”  dello spumante di Ricciardo direttamente dalla scarpa, la shoey…

Non benissimo Raikkonen, che nel finale ha mollato, forse stizzito, ancora una volta. Chiude il podio Ricciardo. Se ci fosse stato solo un giro in più, Vettel avrebbe tentato l’attacco all’australiano…

Mai in discussione la vittoria dell’anglo-caraibico, ma Vettel tampona e perde “solo” 13 punti in classifica. Seb resta dunque a +12 dopo questa doppietta Mercedes, la prima della stagione.

BANDIERA A SCACCHI, LEWIS HAMILTON VINCE IL SUO 56ESIMO GRAN PREMIO IN CARRIERA, SESTO A MONTRÈAL.

Che sfortuna Alonso! Ancora una rottura del motore per lui, dopo la Indy e dopo le Libere in Canada in cui ha avuto questo stesso problema. A tre chilometri dalla fine la sua McLaren si ferma.

Giro 69- VETTEL C’È, QUARTO, RIMONTA COMPLETATA

Giro 68- Ne ha approfittato comunque Ricciardo, che ha messo qualche decimo utile fra sé e Perez. Terzo posto quasi fatto per l’australiano.

“Continua a spingere, Perez sta andando in crisi”, questa l’ultima comunicazione a Vettel.

Giro 67- Dritto per Vettel, che perde qualche decimo prezioso.

Giro 66- GRANDE STACCATA DI VETTEL CHE SFRUTTA UN ATTACCO TRA LE FORCE INDIA, OCON LUNGO, ORA C’È PEREZ DAVANTI A SEB

Giro 65- VETTEL ATTACCA OCON CHE RESISTE!

Giro 64- Vettel negli scarichi di Ocon e Perez. Ricciardo poco più avanti, grande bagarre in vista.

Giro 62- Raikkonen ha un problema ai freni, finisce lungo nell’ultima curva e Vettel passa.

Le Ferrari stanno arrivando da dietro. Mancano undici giri, di questo passo le ultime tornate saranno spettacolari, lotta aperta in potenza per il terzo posto!

Giro 57- Continuano a volare le due SF70, le più rapide in pista.

Team Radio- “attaccheremo Ricciardo soltanto alla fine, quando si avvicineranno le Ferrari”. Questa la comunicazione a Perez della Force India.

Giro 56- La Force India sta “privando” la Ferrari di alcuni punti preziosi in classifica, frapponendosi tra le Mercedes e la Red Bull di Ricciardo terza.

Giro 55- Niente da fare per Kvyat. La sua gara era iniziata sotto una cattiva stella e si ferma ai box assieme al motore della sua Toro Rosso.

Giro 54- Vettel guadagna più di un secondo e mezzo su Ricciardo, che è terzo. Ma non basterà per raggiungere il podio.

Giro 52- Manco a dirlo, fastest lap per Vettel.

Potrebbero esserci sorprese in questo finale per la Ferrari. Davanti Hamilton e Bottas non dovrebbero avere problemi per la doppietta, ma a Maranello bisogna limitare i danni.

Giro 50- Vettel cambia gomme, ultimi venti giri con le UltraSoft. Al rientro in track è settimo, dietro a Raikkonen e a circa 16 secondi dalle due Force India e a una trentina dal terzo posto di Ricciardo.

Giro 48- Non dovrebbe essere in dubbio la doppietta per la Mercedes. In Ferrari si studia la strategia in questo finale da adottare sulla vettura di Vettel.

A proposito della cavia Raikkonen: sta girando un secondo più veloce di tutti. 

Giro 47- Vettel 6° alle spalle delle due Force India, ma non affonda il colpo per preservare gli pneumatici. I primi tre sembrano invece inarrivabili.

Giro 44- In Ferrari studieranno i nuovi tempi che Raikkonen concretizzerà in questa parte finale di gara con le Ultrasoft. Se saranno veloci, anche Vettel tornerà ai box!

Giro 42- Ai box Raikkonen, che quindi opta per la seconda sosta. Rientra in pista davanti ad Alonso, dietro a Vettel. Kimi è ora settimo.

È un momento di “risparmio” gomme e di gestione, in vista dell’ultimo terzo di gara. Mancano 29 giri alla bandiera a scacchi.

Giro 40- Hamilton chiede se gli altri ce la faranno ad arrivare fino alla fine senza ulteriori pit stop. Dal muretto gli riferiscono di sì, anche chi ha montato le SuperSoft.

Giro 36- Attenzione perché Ocon, che si trova alle spalle di Raikkonen, guadagna qualche decimo rispetto al finlandese, gli è in scia. Ma questo duello potrebbe favorire Vettel, 2 secondi dietro.

Giro 34- Dietro Hamilton c’è il vuoto. Bottas e Ricciardo lontani, poi Perez-Raikkonen-Ocon e Vettel, tutti distanziati da circa un paio di secondi fra di loro.

Giro 32- Rientra Hamilton, seguito da Ocon, che era secondo.

Ancora Team Radio- Stavolta è Alonso a lamentarsi del proprio ingegnere, Andrea Stella. Rapporto complicato tra i piloti ed il muretto in Canada…

Giro 30- Le Force India sono 2° e 5° al momento, bel GP per loro. Bene anche Alonso, che ha guadagnato quattro piazze rispetto alla griglia.

Giro 29- Grande spunto di Hulkenberg su Magnussen, Hamilton è sempre davanti senza essersi fermato.Vettel si trova 7°.

Team Radio- Per Vettel è una missione, ma si infastidisce dei troppi suggerimenti dal muretto “voglio solo sapere il gap davanti e dietro, diamine!”

Saranno 70 i giri totali a Montréal

Giro 25- Attenzione anche all’altra Force India, quella di Perez, che si fa sotto a Ricciardo, per la quarta posizione.

Giro 24- Si ferma Bottas. Hamilton continua la marcia. Alle sue spalle addirittura Ocon.

Pista libera per Vettel ora ottavo, ci sono più di sei secondi fra lui e Alonso. Dopo Nando, però, Raikkonen è a un passo.

Giro 21- Vettel passa Stroll prima della chicane finale ed è nono. Ora davanti a Magnussen e poi Raikkonen, straordinario Vettel!

Giro 19- Si è fermato anche Ricciardo, rientrando appena davanti a Kimi e Perez. Vettel è decimo.

Giro 18- Rientra in corsia dei box Kimi Raikkonen. Ora è settimo! Strategia anticipata per la Ferrari.

Giro 16- Avvincente la lotta per il 9° posto, ma Vettel sta recuperando. È 13esimo alle spalle di Vandoorne ora.

Giro 14- Siamo ancora sotto regime Virtual Safety Car. Raikkonen è quinto, Vettel quindicesimo.

Giro 11- Problema tecnico per Max Verstappen nel primo settore! La sua RB è ferma, Virtual Safety Car attivata e il duo Mercedes è davanti.

Giro 9- Nessuna emozione. Hamilton-Verstappen-Bottas i primi tre. Vettel ultimo per via del pit stop obbligato.

La sosta per Seb era prevista al 20/25 esimo giro, ma ora si trova a cambiare strategia. Il tedesco è 18°.

Giro 6- Per un contatto Vettel è costretto a cambiare l’ala anteriore, brutta storia per la Ferrari.

Giro 4- Brivido anche per Raikkonen, vicino ad una Force India!  La Safety rientra ai box, subito attacco di Verstappen ad Hamilton, che però tiene alla grande!

Subito Safety Car al giro 1. Brutto incidente tra Sainz e Massa al via. PARTITI- HAMILTON TIENE LA TESTA, MALE LA FERRARI, SCAVALCATA DALLA REDBULL, VETTEL NEL SANDWICH FINISCE QUARTO, RAIKKONEN SESTO. Qualche problema per Kvyat prima del giro di formazione, rimane fermo per qualche secondo ma la vettura si riaccende per tempo. Hamilton qui ha già vinto cinque volte. 19:58- Ormai ci siamo, quasi tutto pronto per partire.


A partire dalle 20 potrete seguire on-track per seguire giro per giro la diretta del GP a Montréal.

 

Aldilà delle (fiabesche?) dichiarazioni di Toto Wolff, torniamo con i piedi per terra. In una gara vinta nelle ultime due annate dall’inglese della Mercedes, ma che, complice un ottimo passo gara Ferrari, potrebbe dare spettacolo. Vettel, ad oggi, è sempre salito sul podio. E il duello Ferrari-Mercedes, più inclusivo di quello Vettel-Hamilton, sembra confermarsi anche dalle Qualifiche.

 

In qualifica Hamilton ha stampato un super-giro con Pole incorporata. Eguagliando il numero di Pole Position detenuto da una leggenda come Ayrton Senna a quota 65.

Ci avviciniamo al via del GP di Canada (clicca qui per tutte le info). Si corre a Montréal, sull’isola artificiale di Notre-Dame, per la settima tappa del calendario di Formula Uno. Vettel si presenta con un sostanzioso vantaggio di sicurezza di 25 punti su Hamilton, in classifica iridata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.