FORMULA UNO, DOMENICA SI CORRE AD HOCKENHEIM IN GERMANIA

L’ultimo Gran Premio, quello di Silverstone, è stato ribattezzata come il più bello del Mondiale, fino ad ora. Grande soddisfazione per la Ferrari: Sebastian Vettel è salito sul gradino più alto del podio e Kimi Raikkonen si è piazzato al terzo posto. L’eroe di casa, Lewis Hamilton, è arrivato secondo costretto ad una super rimonta dopo il contatto al via con lo stesso Raikkonen: finito sotto investigazione per l’episodio, il finlandese ha poi dovuto scontare al pit stop dieci secondi di penalità. Vettel continua a guidare la classifica piloti, a +8 proprio su Hamilton. Il prossimo appuntamento sarà domenica 22 luglio in Germania, a Hockenheimring.

Qualche accenno storico: il disegno originale degli anni trenta prevedeva la partenza poco fuori del centro abitato, per poi inoltrarsi nel bosco lungo strade preesistenti con un tracciato dalla forma triangolare lungo 12.045 metri e percorso in senso antiorario. Dal 1964, a causa della costruzione dell’autostrada Mannheim-Walldorf, cominciarono i lavori della sezione definita Motodrom, caratterizzata da una serie di curve piuttosto lente, e di tutta l’area del traguardo, con nuovi box e nuove tribune. Nel 2002 il tracciato fu completamente stravolto, con la parte di alta velocità drasticamente accorciata: furono costruite nuove tribune e alcune curve a stretto raggio per creare maggiori possibilità di sorpasso per le monoposto di Formula 1

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.