MODENA VOLLEY, ANCHE CON LATINA ENNESIMA VITTORIA AL TIE-BREAK

L’Azimut Modena Volley vince, a fatica, la partita con la Top Volley Laina per 3-2. I parziali sono stati 25-21, 25-21, 22-25, 23-25 e infine 15-10. Continua la “sindrome del Palapanini” per i gialloblù: infatti i ragazzi di coach Piazza si erano portati avanti di due set sugli avversari, poi si sono fatti rimontare e hanno dovuto chiudere il match al tie-break. Merito di una Latina abile a sfruttare i momenti (troppi) di disattenzione dei modenesi, e capace di mettere a referto ben 14 muri.

Nelle fila canarine spicca la prova di Holt (autore di 19 punti) e l’incredibile serata realizzativa di Orduna: l’alzatore argentino ha siglato 8 punti, di cui 2 ace e 2 muri, però in alcuni momenti chiave del match è stato molto impreciso. Bene anche Piano e Rossini. Male i due schiacciatori: Cook e Ngapeth sono stati serviti molto dal loro palleggiatore, ma hanno attaccato con percentuali molto basse. Vettori è stato poco messo in gioco da Orduna e di questo ne ha risentito il suo rendimento.

Modena-Latina è stata anche la sfida tra allievo e maestro. Il mister gialloblù, Roberto Piazza, è stato per anni il secondo dell’attuale coach della squadra laziale, Daniele Bagnoli. I due hanno lavorato insieme su diverse panchine italiane (la più famosa la Sisley Treviso), raccogliendo numerosi trofei. Nella gara di oggi c’è mancato poco che Bagnoli facesse un dispiacere al suo amico Piazza. Ma, come accade spesso nei film, è stato l’allievo a superare il maestro.

di Mattia Amaduzzi.