AZIMUT-MILANO, VELASCO: “A PINALI HO CHIESTO DI GIOCARE SENZA PENSIERI”

Noi tutte le partite le affrontiamo senza paura ma con la consapevolezza che, se giocano bene, sono tutte squadre che ci possono mettere in difficoltà, tutte in assoluto, poi non parliamo di quelle più quotate“. Queste sono state le prime parole del coach di Azimut Modena Julio Velasco al suo arrivo in sala stampa dopo il successo netto su Milano. “Milano – ha continuato Velasco – assieme a Verona era considerata la quinta o sesta forza del campionato. Oggi loro non hanno giocato bene, noi comunque dobbiamo ancora migliorare e stiamo lavorando“.

Il coach gialloblù ha poi spiegato i motivi della rinuncia a Ivan Zaytsev. “Lui domenica scorsa ha avuto tre problemi, uno al ginocchio, uno alla caviglia e il torcicollo. Al di la dell’analisi medica che non è così grave, secondo me quando succede così vuol dire che il suo corpo gli sta dicendo ‘lasciami un po’ stare’, per cui non ho voluto rischiarlo. Se fosse stata una partita decisiva avrebbe giocato. Ho dato una opportunità a Pinali che si sta allenando benissimo, attacca sempre contro i titolari che sono un muro di tutto rispetto e ha giocato bene. Se mi aspettavo un Pinali così costante? Io si, anche se all’inizio ha avuto un po’ più di tensione, come è logico che sia. Gli ho chiesto oggi e lo chiedo sempre ai giovani che entrano in prima squadra, di avere pochi pensieri, perché altrimenti non fanno i giovani ma fanno i vecchi. A lui ho chiesto di avere spensieratezza, lasciare andare il braccio e giocare come in allenamento. “.

Su Perugia che ha travolto Civitanova Velasco si sofferma poco. “Ci penseremo quando dovremo giocarci contro, ora pensiamo a Latina che è comunque una trasferta insidiosa. Poi Perugia la conosciamo e se dobbiamo scoprire Leon solo quando arriva nel campionato italiano vuol dire che la globalizzazione sta a zero“.

Qui sotto il video della conferenza stampa di Julio Velasco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.