L’ADDIO DI PIAZZA: DA MONZA A MONZA, ANDATA E RITORNO

Un fulmine a ciel sereno (anche se ieri a Modena diluviava). Nel tardo pomeriggio di lunedì 6 febbraio, L’Azimut Modena Volley e il suo coach Roberto Piazza hanno deciso di comune accordo la risoluzione del contratto. Una notizia che ha scioccato tutti: nessuno si poteva aspettare una decisione così drastica, in un punto della stagione così importante, oltretutto alla vigilia di una trasferta ostica qual è quella contro Monza.

E’ stata proprio la partita con la GI Group Monza del girone d’andata che ha segnato l’inizio della crisi. Modena arrivava a quel match come la squadra più forte e più in forma della Superlega: imbattuta dalle semifinali di play-off della stagione precedente, aveva appena schiantato Perugia 3-1, in trasferta, e Verona al Palapanini 3-0. Contro i ragazzi di Falasca, addirittura Piazza schierò le riserve Cook e Massari (complice anche l’infortunio di Ngapeth), tanto era sicuro di vincere. Ma non andò proprio così. Jovovic e soci disputarono un grandissimo match, sconfiggendo i canarini 3-1. Questa sconfitta creò un precedente: aveva dimostrato che i campioni d’Italia si potevano battere, e che chiunque giocasse a viso aperto poteva fare risultato. Inoltre minò le sicurezze e le certezze dei gialloblù, che da quel momento non si sono più ripresi.

E’ vero, hanno avuto alcuni exploit contro Trento, Civitanova e Perugia; ma tutti e tre i match si sono giocati all’interno delle mura amiche, con il pubblico a sorreggere emotivamente i ragazzi in campo. La Coppa Italia poi è stata la delusione più grande, una ferita che ancora oggi fa male. Soltanto in Champions il cammino dell’Azimut non si è mai inceppato, come se Ngapeth e soci giocassero solo qui senza pressioni e con la mente libera.

Infine la brutta prestazione di domenica contro la Calzedonia Verona (leggi qui), ha portato a questa drastica  decisione. Ora la squadra è stata affidata alle esperte mani di Lorenzo Tubertini, secondo allenatore prima con Lorenzetti e poi anche con Piazza, ma stanno circolando diversi nomi in queste ore: il grande ex Andrea Giani e l’avversario di mille battaglie Radostin Stojcev.

di Mattia Amaduzzi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.