MODENA VOLLEY, LE PAGELLE: BENE BEDNORZ, PARTITA DAI DUE VOLTI PER HOLT

CHRISTENSON 5,5: inizia amministrando bene il gioco, poi i suoi ex compagni cominciano ad indovinare le sue giocate, sporcando spesso gli attacchi canarini. Falloso e poco impreciso al servizio e poco incisivo pure a muro.

ZAYTSEV 6,5: l’idolo delle folle gialloblù disputa una partita alternando momenti di strapotere fisico, ad altri di appannamento, che hanno condannato i suoi compagni di squadra. Dalla linea dei nove metri poi è sia croce che delizia, con 3 ace ma anche 7 errori.

URNAUT 5,5: appare fin dall’inizio quello meno in palla. Commette 5 errori in ricezione, ma è anche autore di un semi-bilanciere da standing ovation.

BEDNORZ 6,5: preferito a Kaliberda, il polacco gioca una partita di grande quantità, mettendo a segno punti importanti. Deve ancora crescere e migliorare in certi aspetti, ma è già sulla buona strada.

HOLT 6: il voto finale è la media tra una prima parte di match da 8 e la seconda da 4. All’inizio è una furia scatenata in tutti i fondamentali ma, appena il muro della Lube gli prende le misure, sparisce dal match.

MAZZONE 5,5: impreciso in attacco e poco incisivo dalla linea dei 9 metri.

ROSSINI 6: compie alcune difese spettacolari, ma anche qualche errore di troppo in ricezione.

KALIBERDA 5: comincia il terzo set al posto di Urnaut, non riesce ad entrare in partita.

ANZANI 5,5: si alterna con Mazzone ma, proprio come il suo compagno di reparto, non riesce ad incidere sottorete.

VELASCO 6: l’aveva preparata bene la partita, ma la sconfitta nel secondo set ha tagliato le gambe ai suoi. Deve lavorare molto sulla battuta: non si possono regalare 24 punti ad una squadra come la Lube.

 

MA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.