MODENA VOLLEY LE PAGELLE: HOLT IL MIGLIORE, MALE NGAPETH

Orduna 6: dal punto di vista realizzativo è in serata di grazia, mettendo al referto 8 punti (2 ace e 2 muri). Dal punto di vista della gestione della palla e della distribuzione, invece, è impreciso nei momenti chiave dei due set persi. Si affida tanto (forse troppo) a Cook e Ngapeth, mentre lascia Vettori nel congelatore.

Vettori 6,5: l’opposto azzurro segna 15 punti (2 ace) e attacca con buone percentuali, nonostante sia servito poco. Anche lui, come gli altri suoi compagni, sul finire del terzo e quarto set, va in confusione, diventando una facile preda del muro laziale.

Ngapeth 5: la finta d’attacco dalla seconda linea, con alzata per il primo tempo di Piano, nel primo set, è da standing ovation. Ma, per il resto della partita, commette errori madornali per un giocatore come lui. E anche grazie a questi suoi black-out, Latina ha potuto portare a casa 1 punto.

 Cook 5,5: l’americano, schierato a posto di capitan Petric, ha tanta voglia di mettersi in luce e di fare bene, e questo si vede. Ma il solo impegno non basta. In attacco sbaglia palloni importanti ed è impreciso in ricezione.

Holt 7,5: MVP del match. Finalmente è tornato ad essere quel giocatore dominante ammirato nella prima parte della stagione. Autore di 19 punti, 4 muri e 4 ace. Al momento, è la principale “bocca di fuoco” della squadra modenese.

Piano 7: buona la prova per il centralone della nazionale. Più propositivo e convincente del suo compagno di reparto Le Roux. Sbaglia però la palla decisiva nel quarto set, che manda Latina a giocarsi il tie-break.

Rossini 6,5: sbaglia poco quasi nulla in ricezione e fa la voce grossa anche in difesa.

Piazza 5,5: l’allievo supera il maestro, si ma che fatica. Più che lavorare sull’aspetto fisico e tattico, deve lavorare tanto sull’aspetto mentale. Questi cali della squadra alla fine dei set cominciano ad essere preoccupanti.

di Mattia Amaduzzi.