MODENA VOLLEY, SARTORETTI: “STOYTCHEV E’ UN ALLENATORE VINCENTE. L’ITALIA DISPUTERA’ UN EUROPEO DA PROTAGONISTA

Nella giornata odierna il Dg del Modena Volley, Andrea Sartoretti, è stato ospite a Radio Sportiva. Molti sono stati gli argomenti trattati, dalla nuova squadra gialloblù guidata da Stoytchev, alla Nazionale che affronterà l’Europeo in Polonia, fino allo spinoso “caso Zaytsev“. Queste le sue parole.

L’Azimut ricomincia dunque da coach Radostin Stoytchev. Com’è avvenuta questa scelta?
Modena è una piazza molto ambiziosa, che ha saputo ottenere grandi risultati in questi ultimi anni. Quindi chi meglio di allenatore vincente come Stoytchev poteva sedere sulla panchina gialloblu. Il nostro Presidente l’ha cercato e fortunatamente siamo riusciti a raggiungere un accordo con lui.

Con quali linee guida è stata costruita la squadra durante il mercato?
Abbiamo cercato innanzitutto di tenere alcune pedine fondamentali dell’anno scorso, tra cui Earvin Ngapeth, Totò Rossini e Maxwell Holt. Poi ci siamo mossi cercando di rinforzare i reparti sia con dei giovani, sia con giocatori esperti. Inoltre siamo riusciti a riportare a casa Bruninho, dopo appena una stagione in Brasile.

Ngapeth sarà una delle stelle dell’Europeo. L’ha sentito di recente?
Si l’ho sentito. Nonostante qualche problemi fisico, è aggregato alla sua nazionale: penso che la Francia sia una squadra da temere, visto che negli ultimi anni ha dimostrato di essere uno dei team più competitivo, riuscendo ad ottenere grandi risultati. Da tenere d’occhio anche la Polonia, la Russia e la stessa Germania, che affronterà l’Italia all’esordio.

Vuole lasciare un commento sul caso Zaytsev?
Alla fine c’è il rammarico di non poter utilizzare un giocatore forte. Non conoscendo perfettamente la vicenda mi astengo dal commento. La Nazionale è il nostro primo punto di riferimento del movimento e vorrei che fosse più competitiva e forte possibile, ma l’importanza del gruppo e della squadra è lo stesso determinante.

Senza appunto Zaytsev e Juantorena, per l’Italia sarà dura ripetersi dopo l’argento a Rio?
La Nazionale è abituata ad affrontare manifestazioni non da spettatrice. Anche a questo torneo cercherà di giocarsi tutte le carte e credo che, anche senza Juantorera e Zaytsev, saremo competitivi lo stesso. Alla fine poi sono i particolari a fare la differenza; se avremo la giusta determinazione, potremo fare bene.

Tornando a Modena Volley, come sarà il prossimo campionato di Superlega?
Mi aspetto un campionato molto equilibrato. Credo che le quattro (Modena, Perugia, Civitanova e Trento) partano con un passo più avanti rispetto alle altre, ma ci sono altre squadre da non sottovalutare.

MA

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.