MODENA VOLLEY, STOYTCHEV: “IL CALENDARIO INTERNAZIONALE E’ MASSACRANTE PER I GIOCATORI. SPERO DI AVERLI AL PIU’ PRESTO E SANI

Quest’oggi il mister del Modena Volley, Radostin Stoytchev, ha parlato presso il PalaConad alla Festa dell’Unità di Modena, nell’ambito della serata “Parliamo di Sport”. Il coach ha parlato dei suoi ragazzi impegnati, con le rispettive Nazionali, all’Europeo in Polonia.

Mister parliamo dell’Europeo, come vedi gli azzurri?
Stanno facendo il loro dovere. E’ anche giusto dire che l’avversario agli ottavi era al di sotto del livello dell’Italia (la Nazionale ha vinto 3-0 con la Turchia). Sarà importante, per tutto il movimento italiano della pallavolo, la partita nei quarti con il Belgio. Mi fa piacere vedere Mazzone conquistare il posto da titolare, facendo bene; Sabbi invece non ha ancora recuperato dal leggero infortunio, quindi speriamo di vederlo in campo presto.

Le condizioni di Earvin Ngapeth lasciano col fiato sospeso i tifosi gialloblu. Che notizie ha?
Siamo tutti preoccupati, perché stanno arrivando notizie non buone, prima dell’inizio del campionato, non soltanto da Earvin ma anche da altri giocatori. Forse è arrivato il momento che la Federazione Internazionale si faccia delle domande: ultimamente il calendario è diventato devastante per i giocatori. Il corpo umano non è una macchina, anche gli atleti hanno bisogno di riposo. Noi speriamo di recuperarli al più presto.

Parliamo un po’ di questi 5 giovani atleti che ha aggregato alla prima squadra…
Quando ho accettato la proposta di Modena, era per un motivo molto valido: stiamo per cominciare un nuovo ciclo e la nostra idea è quella di fare il giusto mix di giocatori esperti e giovani promettenti, non solo italiani ma provenienti da tutta Europa e altrove. Speriamo dunque che questi ragazzi portino entusiasmo nella squadra e che garantiscano il futuro della società. Perciò ho sfruttato questo periodo per portare qui 5 giovani, tra i 17 e i 19 anni, dandogli la possibilità di esprimersi nel miglior modo possibile, e vedere quale fra questi potrà esserci utile. Ne abbiamo già individuati due o tre prospetti interessanti.

Ha sentito Bruninho?
L’ho visto durante la World League in Bulgaria: lì abbiamo avuto l’occasione per parlarci. Di sicuro tornerà con molto entusiasmo. Non ha avuto un’estate più leggera degli altri perché adesso lo aspetta un torneo molto pesante in Giappone.

di Mattia Amaduzzi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.