MODENA VOLLEY, VELASCO: “NON FACCIAMO PROMESSE, NON SERVONO A NIENTE. GIOCHEREMO PER VINCERE”

Dopo le turbolente vicende accadute la scorsa primavere, è l’alba di una nuova stagione per l’Azimut Leo Shoes Modena Volley ma, soprattutto, è l’inizio della terza avventura sotto la Ghirlandina del “Maestro”. Oggi, lunedì 1 ottobre, è stato infatti il giorno della presentazione ufficiale di Julio Velasco, autentica leggenda della pallavolo mondiale e considerato a Modena una sorta di divinità, che vede nel Tempio della Pallavolo il suo luogo di culto.

E’ un ritorno emozionante – ha esordito il tecnico di La Platavoglio ringraziare sia la Presidentessa Catia Pedrini che il Presidente della Federazione Argentina, senza il quale oggi non sarei qui. Quando ho saputo della chiamata di Modena ero molto felice, perché mai mi sarei immaginato di tornare ad allenare la squadra di cui sono sempre stato un tifoso. Dunque per me si tratta di una grande responsabilità e, per questo motivo, sono molto contento di avere Cantagalli come vice, una leggenda qua a Modena, che da giocatore ha lavorato con me per dodici anni”.

Il coach ha continuato parlando degli obiettivi stagionali della squadra: “Faremo di tutto per riportare Modena in alto, ma non facciamo promesse. Noi giocheremo sempre per vincere, grazie ad un livello di gioco alto e ad una mentalità vincente senza mai misurare la forza degli avversari. Abbiamo grandi giocatori, con una buona panchina e un grande staff, tra i quali spicca Andrea Sartoretti, altro mio grande ex giocatore”. Velasco ha poi parlato della squadra costruita durante l’estate “La rosa è stata allestita molto bene, con grandi giocatori come Ivan Zaytsev: penso che Modena sia la piazza ideale per lui. Christenson è uno dei palleggiatori migliori al mondo, mentre gli schiacciatori sono molto bravi a variare i colpi: Urnaut è un giocatore affermato, Kaliberda nonostante qualche infortunio, è molto forte e Bednorz ha colpi importanti. I centrali sono tutti forti e titolari nelle loro rispettive Nazionali, mentre Rossini, l’anno scorso, è stato il secondo libero per ricezione. E poi i giovani promettono bene”.

Infine Velasco ha presentato la prossima Superlega, da lui definita come “Un campionato stellare, perché c’è la possibilità di perdere contro chiunque se giochi male. Inizialmente sarà fondamentale la gestione dei giocatori che hanno partecipato al Mondiale, perché non c’è tempo di prendersi una pausa. Sto pensando dunque a soluzioni alternative per sopperire a questo problema. Ma non bisogna avere l’ansia. Noi dobbiamo essere sia umili che consapevoli: cercheremo di vincere tanto durante la regular season per raggiungere il miglior piazzamento in classifica per giocarci al meglio i play-off. Gli avversari? Il primo problema non è pensare alle ipotetiche prime quattro. Infatti quest’anno ci sono tante squadre interessanti che hanno il potenziale per vincere contro chiunque, come Verona, Siena e Milano”.

Queste invece le parole di Giulia Gabana: “E’ stato emozionante rivedere Julio Velasco, incontrarlo mi ha riportato alla mente tutti gli anni e i bei momenti legati alla pallavolo vissuti con mio padre. Sono contenta di questa scelta e penso sia la migliore che si potesse fare per iniziare la nuova stagione”.

Modena è una piazza importante per la pallavolo, per il territorio e per tutti gli appassionati di questo sport, – ha detto Andrea Sartoretti-, Velasco mancava al nostro movimento e dovevamo cogliere l’occasione giusta per riportarlo in Italia. Ci siamo trovati immediatamente, ha fortemente voluto sposare questo nuovo progetto, abbiamo grande entusiasmo e voglia di lavorare bene

Il mio cuore è sempre stato legato a Modena– ha spiegato Luca Cantagalli -, anche perché prima di tutto sono un grande tifoso gialloblù. Per me è una gioia immensa essere qui e sono molto orgoglioso di poter dare il mio contributo. Cercheremo di dare il massimo per riportare Modena al livello che si merita, poi il campo darà il giudizio finale

I giocatori giallobù riprenderenno gli allenamenti in settimana in vista del primo appuntamento stagionale: la Supercoppa Italiana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.