AZIMUT,SARTORETTI:”CON VERONA NON SARA’ PER NULLA FACILE”

IL DIRETTORE GENERALE DI AZIMUT MODENA VOLLEY PRESENTA LA SFIDA CON I VERONESI

Andrea Sartoretti, Direttore Generale di Azimut Modena Volley, è intervenuto per presentare la sfida che Bruno e soci affronteranno domenica. Ore 18 Palapanini, l’avversario di turno sarà Calzedonia Verona ed in ballo c’è il terzo posto in ottica playoff. La squadra allenata da Radostin Stoytchev è uscita sconfitta per 3-2 nell’ultimo turno di campionato, quella con i veneti sarà una buona occasione per riprendersi.

Il dirigente ed ex giocatore torna sulla sconfitta di Piacenza nel derby, la compagine canarina ha dovuto fare i conti con l’infermeria piena soprattutto per l’infortunio a Sabbi e l’influenza a Max Holt “La sconfitta di Piacenza? Gli infortuni pesano – spiega “Sartorace” – qualsiasi squadra senza due titolari fatica, loro giocano bene e lo hanno dimostrato, noi sicuramente lavoriamo ogni giorno per migliorare e dare sempre il massimo” 

Il General Manager si proietta alla sfida che infiammerà il palazzetto tra 48 ore:” La partita con Verona – continua – non sarà per niente facile, le vittorie e i punti che hanno in classifica parlano chiaro e lo testimoniano, siamo ben consapevoli che sarà dura, ma di certo puntiamo assolutamente alla vittoria”. 

Sartoretti fa il punto sulla situazione infortunati, focalizzandosi soprattutto sul giovane Argenta, oltre ai due giocatori citati sopra:” Holt è recuperato dopo l’influenza, Sabbi è in recupero e prosegue le sue cure mediche e fisioterapiche, per Argenta il discorso è diverso, l’infortunio è nato molto prima, ogni giorno che passa lo aiuta ad arrivare ad una forma migliore grazie ad allenamenti personalizzati”

La gara di domenica con Verona è il Caffè Cagliari Day e per l’occasione la grande azienda modenese, partner storico di Modena Volley, offrirà una degustazione di caffè agli appassionati presenti al PalaPanini.

 

L’INTERVISTA VIDEO AL DIRETTORE GENERALE,ANDREA SARTORETTI, E’ DISONIBILE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK 

Filippo Mattioli

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.