GIUNTOLI SALUTA E VA AL NAPOLI: TRA I POSSIBILI SOSTITUTI SOGLIANO E MARCHETTI

La notizia che tutti i tifosi del Carpi temevano, è arrivata, Cristiano Giuntoli lascia il circuito tessile e si accaserà al Napoli. Colui che ha voluto fortemente il DS in azzurro è stato il nuovo allenatore: Maurizio Sarri.
L’ex tecnico dell’Empoli ha fatto, con insistenza, il nome dell’artefice della scalata biancorossa al suo nuovo presidente Aurelio De Laurentiis.
Cristiano Giuntoli ha firmato un contratto quadriannale con i partenopei, il tutto è avvenuto oggi in una riunione a Roma presso gli uffici della Filamuro, società cinematografica di proprietà di ADL.
Nella giornata di domani il dirigente sarà a Carpi per i saluti e parlerà con Bonacini che lascerà andare il suo pupillo.
Il Napoli pagherà la clausola rescissoria di 700.000 euro prevista nel contratto che legava Giuntoli alla società della GUADI fino al 2019. Quindi colui che può essere definito il vero regista di tutto ciò che accadeva in via Karl Marx è partito, e ora cosa succederà? Bonacini e Caliumi stanno già ragionando sul futuro, i nomi che si fanno con più insistenza sono quelli di Sogliano (in uscita dal Verona dove ha lasciato spazio a Bigon) e Marchetti (Cittadella), ma non è nemmeno da sottovalutare la possibile candidatura di Nereo Bonato, l’ex direttore sportivo del Modena in uscita dal Sassuolo.
Sicuramente a Carpi ora le certezze sono meno, con l’addio di Giuntoli i tifosi carpigiani sono nell’indecisione pi totale.

Un’altro fattore che aumenta l’incertezza in via Karl Marx è la questione stadio: certamente non si giocherà allo stadio “Sandro Cabassi” nella prossima stagione, noi di modenasportiva.it abbiamo contattato gli uffici della Lega Calcio e ci è stato riferito che non è stato ancora comunicato quale sarà la vera sede delle partite casalinghe della truppa di Castori. Sembra comunque ormai certo che la squadra di Castori disputerà le gare casalinghe al “Braglia” di Modena.
Estate tutta da vivere, quindi, per i tifosi carpigiani. Stefano Bonacini e il suo staff devono cominciare a mettere al proprio posto le tessere di un puzzle che, ad oggi, sembra tutto fuorché vicino all’essere completato.

Noi di modenasportiva.it vi aggiorneremo su qualsiasi sviluppo.

Di Filippo Mattioli