CARPI, BONACINI: “CON CASTORI CI INCONTREREMO A BREVE, ALLA SQUADRA DO UN 8”

IL PATRON BIANCOROSSO E' INTERVENUTO IERI SERA A "BARBA E CAPELLI"

Il Carpi di Stefano Bonacini non è riuscito a compiere l’ennesima impresa. Questa volta la nave comandata da Fabrizio Castori è andata a sbattere contro l’iceberg Benevento in finale playoff. La squadra di Baroni è salita in serie A ed il Carpi giocherà in B anche il prossimo anno.

Ieri sera, il patron biancorosso è stato ospite alla trasmissione “Barba e Capelli” condotta da Paolo Reggianini. Di seguito le parole più rilevanti di Bonacini:

I primi venti minuti della gara col Benevento, abbiamo fatto vedere degli sprazzi di gioco positivi. Abbiamo giocato 5 gare in 15 giorni. Siamo sempre stati obbligati a vincere. La squadra ha fatto tanto, dopo la partita li ho ringraziati personalmente uno ad uno”

Va un plauso a tutta la squadra ma anche a tutto lo staff. Le mie sensazioni alla vigilia del match? Erano buone. I ragazzi erano tranquilli e consapevoli di potercela fare. Abbiamo dovuto fare i conti con l’ambiente. Il Benevento ha dimostrato di avere tifosi eccezionali. Hanno dimostrato una sana passione per la squadra e società”.

“I tifosi del Carpi? Li ringrazio,ringrazio quelli che ci hanno seguito a Benevento”.

“Io sono orgoglioso di quello fatto dalla squadra sul campo. Dall’altra parte, non vedo la stessa riconoscenza della città che ha fatto dei passaggi che probabilmente sono al di sopra delle proprie possibilità. A mio modo di vedere non siamo stati ripagati in termini di presenze allo stadio”.

Abbiamo riportato il Carpi a Carpi, la società ha fatto lo sforzo di riportare la squadra in città. Abbiamo fatto solo 600 abbonati. La riconoscenza non la si può comprare”.

SPAL e Benevento, sono due squadre neopromosse e hanno raggiunto la promozione subito. Queste due società hanno un seguito di pubblico pazzesco. Non ho mai visto, nemmeno in serie A, un tifo come quello di Benevento”.

Abbiamo reinvestito il paracadute di 10 milioni della retrocessione in B dello scorso anno ma non è bastato, ha fatto così anche il Frosinone di Stirpe”.

Il futuro? Abbiamo appena perso una finale. Faremo un punto della situazione con Romairone e da li vedremo il datarsi. I ragazzi sono in ferie e vedremo”.

Moralmente sono giù, sono abituato ad avere momenti positivi e negativi. Bisogna essere uomini e si va avanti. Il Carpi ripartirà e vedremo chi avrà ancora le motivazioni per continuare a giocare con noi”.

“Castori? Non posso ancora dire nulla. Ci incontreremo a breve, con lui abbiamo un rapporto famigliare. Il direttore Romairone ed io ci vediamo nelle prossime ore.”

“Se dovessi dare un voto alla squadra do un 8, al mister 8 ed alla società 10”.

(FM)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.