FERRARIO: “RESTO A MODENA, NON ASCOLTO LE VOCI DI MERCATO. RINGRAZIO I TIFOSI CHE MI HANNO SEMPRE SOSTENUTO”

L’ultimo giorno di mercato è arrivato e si continua a parlare di possibili operazioni e scambi. Uno dei giocatori che in queste settimane è stato più al centro di queste voci è stato sicuramente Carlo Emanuele Ferrario, di cui si è parlato fino a ieri di un possibile scambio con Malcore della Pergolettese. A smentire le voci di una sua partenza da Modena è stato però lo stesso attaccante all’aperitivo con i tifosi per festeggiare San Geminiano.

Mi sono sempre estraniato – spiega Ferrario – ho continuato a lavorare assieme ai compagni e posso dire di essere ancora gialloblù. Le notizie che si sentono non le ascoltiamo, cerchiamo di lavorare come abbiamo fatto questa settimana e prepariamo una partita molto importante“.

Un Ferrario che, ultimamente, ha trovato spazio con più continuità ritrovando anche il gol nella vittoria di Padova. “Io sto bene – dice l’attaccante – è normale che avere la fortuna di aver più continuità ti porta ad avere anche una condizione fisica migliore. Io stavo bene anche prima, ma adesso ancora di più e sento di poter crescere, come un po’ tutta la squadra. Le occasioni da gol? Io dico sempre che l’importante è crearle perché altrimenti e dura far gol, ma poi bisogna buttarla anche dentro e essere più precisi. Lavoriamo tutti per questo“.

Peccato questa mezza frenata con l’imolese… “E’ vero – continua Ferrario – ma bisogna dire che abbiamo sempre fatto delle buone prestazioni considerando che abbiamo giocato tre partite in una settimana. Ci stiamo allenando bene e andremo a giocare questa partita importante a Salò al massimo delle nostre possibilità. Il modulo col fantasista? I moduli possono variare ma l’importante è sempre giocare con la determinazione giusta. Certo che giocare con la mezzapunta dietro probabilmente ci mette più in condizione di avere delle occasioni“.

Uno sguardo all’immediato futuro che dice scontro diretto in chiave play-off sul campo della Feralpisalò. “Si quello con la Feralpi può essere definito uno scontro play-off, perché ci vede distanti di tre lunghezze. E’ una squadra importante costruita con giocatori di categoria, ma noi dobbiamo pensare a noi stessi e andare a fare la nostra partita“.

Infine un pensiero ai tifosi gialloblù che l’hanno sempre sostenuto anche nei momenti più difficili. “Dal primo giorno in cui ho messo piede qui l’anno scorso – conclude Ferrario – ho sempre sentito l’affetto di questi tifosi e li ringrazierò sempre. Sicuramente questo mi ha dato una mano a stare concentrato e a non pensare a niente. Bisogna lavorare e pensare al campo poi le cose arrivano e se non arrivano bisogna farle arrivare“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.