IL MODENA RIPARTE DALLA DIFESA: IL PRIMO COLPO E’ PERGREFFI, CONFERMATO NARCISO

Nell’ultima stagione conclusa anzitempo con la rinuncia ai play-off il punto di forza del Modena è stato certamente la difesa. I numeri parlano di 25 gol subiti fino al momento dello stop, gli stessi della Reggio Audace seconda in classifica, 8 in 11 gare con Mignani in panchina, periodo nel quale la retroguardia canarina ha dato l’impressione di maggiore solidità rispetto a quello di Zironelli. E proprio dal pacchetto arretrato è partita la ricostruzione del Modena post Covid che, come dichiarato dalla stessa società, dovrà fare un campionato da protagonista la prossima stagione.

Il primo colpo del nuovo ds Matteassi, infatti, è stato un rinforzo in difesa, l’esperto centrale Antonio Pergreffi, ex capitano del Piacenza, che l’anno scorso segnò una doppietta ai canarini. Pergreffi si va ad aggiungere a Zaro e Stefanelli, già sotto contratto, per una batteria di centrali che, con l’aggiunta di Ingegneri con il quale si dovrebbe allungare il rapporto, diventerebbe di ottimo livello per la categoria. Non sarà invece del gruppo Armando Perna. All’ex capitano la società aveva offerto un ruolo nello staff tecnico del settore giovanile, ma lui ha rifiutato essendo intenzionato a giocare ancora, almeno per un anno.

Bergamasco, classe 1988, Pergreffi, prima delle quattro stagioni a Piacenza culminate nella promozione in serie B sfiorata di un soffio lo scorso anno, aveva giocato in serie D con le maglie di Ponte San Pietro e Lecco. Tra le sue qualità c’è anche quella di andare spesso a saltare in area avversaria al punto che ogni anno qualche gol alla fine lo realizza. Restando alla fase difensiva, il Modena ha rinnovato il contratto anche con il portiere Antonio Narciso (foto), mentre si sta cercando in tutti i modi di trattenere Riccardo Gagno, una delle sorprese più positive di questa stagione, che è in prestito dalla Ternana.

Sono veramente contento di essere approdato a Modena – ha ammesso Pergreffi alla web radio del club canarino – fin dall’inizio la realtà gialloblù mi ha fatto una buonissima impressione, ha una tifoseria che non si merita la serie C. Spero che riusciremo a fare grandi cose insieme“. Nel Modena Pergreffi ritrova mister Mignani che, col suo Siena, tolse al Piacenza la promozione battendolo proprio all’ultima giornata. “Col mister abbiamo già parlato e ci siamo fatti una risata – dice il nuovo difensore canarino – l’anno prima eravamo stati noi a far perdere la B a lui, che poi si è “vendicato” battendoci lo scorso anno. Ora potremo cercare di coronare quel sogno tutti assieme”.

Al Modena Pergreffi ha segnato anche una doppietta, quest’anno nella gara d’andata. “Il Modena ci aveva messo molto in difficoltà – ammette l’ex capitano piacentino – noi avevamo cambiato diversi giocatori e non eravamo ancora rodati. Ci sono stati alcuni episodi, il rigore sbagliato da Sodinha e i due gol fatti da me, che ci hanno consentito di vincere però, se devo essere onesto, non è che avessimo meritato così tanto”.

Infine due parole sul ds Matteassi: “Una volta rescisso con il Piacenza mi hanno contattato diverse squadre. Mateassi l’ho avuto come compagno di squadra poi come ds e lo conosco come uomo di grandi valori. Il fatto che ci fosse lui sicuramente ha avuto un peso sul mio approdo al Modena”.

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.