LE INTERVISTE DELLA TANA GIALLOBLU’: D’ALOISIO, DALLA GINO NASI AI DERBY CON BOLOGNA E REGGIANA

La Tana Gialloblù: Ciao Marino, benvenuto alla Tana gialloblù channel.

D’Aloisio: Ciao, grazie a te per l’invito.

La Tana Gialloblù: Vorrei parlare con te del tuo passato canarino, che rappresenta pure il presente visto che alleni una squadra del settore giovanile.

D’Aloisio: Sì, alleno i 2010, e sono il vice di Massimo Pellegrini per quanto riguarda i 2006, e quello che andrà ad iniziare sarà il sesto anno che svolgo questo compito nel Modena calcio. Per me è una grandissima soddisfazione, arriva dopo un percorso partito come tifoso, e poi come giocatore della prima squadra, ora allenare i giovanissimi è per me davvero motivo di grande orgoglio.

La Tana gialloblù: Sei cresciuto nella Gino Nasi, una squadra di Modena, la tua prima partita nella prima squadra nel Modena fu un Modena Bologna 1-0, stagione 1986-87 decisiva per la salvezza dei canarini.

D’Aloisio: Esattamente, proprio in questi giorni ho visto delle immagini relative al goal di Damiano Longhi con l’Ancona nella promozione in serie B del 1986, dove io stavo in curva, e poi quelle della rete di Sauro Frutti nella partita con il Bologna che tu hai menzionato, e essere in campo in quella partita fu una sensazione bellissima.

La Tana gialloblù: Immagino che per te giocatore-tifoso battere il Bologna sia stata davvero una gioia indescrivibile.

D’Aloisio: Sì è esatto quello che dici, facevo parte del settore giovanile, andavo in curva la domenica, ho fatto anche il raccattapalle, esordire con la prima squadra l’ultima di campionato contro il Bologna, vincere e conquistare la salvezza fu veramente un sogno realizzato per me.

La Tana gialloblù: La stagione seguente invece collezionasti 16 presenze, ma fu una stagione sfortunata che terminò con la retrocessione in C1 nella drammatica sfida con il Genoa persa 3-1.

D’Aloisio: Purtroppo fu davvero una stagione sfortunata, al termine della quale iniziai un mio percorso, girando diverse società e rientrando poi a Modena qualche anno dopo con Frosio allenatore.

La Tana gialloblù: Stagione con 23 presenze e tredicesimo posto finale, una partita particolarmente importante fu quella con la Reggiana, con il pareggio granata su rigore all’ultimo minuto.

D’Aloisio: Una partita che si concluse con questa grandissima delusione,  praticamente già vinta con la rete di Provitali, e dovemmo lasciare sul campo dei punti importanti, proprio mentre sembrava che i 2 punti fossero già nostri.

La Tana gialloblù: sei stato anche una colonna del Ravenna, con 126 partite in 5 anni.

D’Aloisio: Ho avuto la fortuna di capitare a Ravenna negli anni d’oro della squadra romagnola, ottenendo una promozione dalla C alla B e facendo anche un buon campionato in B con Novellino allenatore, e poi altri anni in B. Sicuramente uno dei momenti più importanti del Ravenna nella sua storia.

La Tana gialloblù: Cosa ne pensi della decisione del Modena di non partecipare ai playoff?

D’Aloisio: Onestamente non ho molto approfondito questa cosa, certo è che ripartire dopo una pausa così lunga, di tre mesi, non è molto semplice, diventa tutto molto falsato e i reali valori del campo non saranno rispettati. Quindi mi trovo abbastanza d’accordo con questa decisione, la serie A è un discorso a parte, visto che loro, per motivi ben noti, deve tornare a giocare. Secondo me è talmente grave quello che è successo che era meglio chiudere tutto e ripartire a Settembre, ma ci sono dietro troppi interessi, e quindi certe categorie devono ripartire, ma ripeto con dei valori in campo completamente falsati. C’è anche da considerare il rischio grosso degli infortuni che potrebbero accadere, oltretutto il calcio è uno sport di contatto, e vedere scene come in Bundeliga con i giocatori in panchina a due metri, senza potersi abbracciare ai goal è strano. Il rischio per i giocatori è tuttora importante.

La Tana gialloblù: Un ricordo di Francesco Farina, e dei tuoi mister a Modena, Gigi Mascalaito e Pierluigi Frosio.

D’Aloisio: Mister Mascalaito mi fece esordire, lui seguiva molto i giovani e spesso ci chiamava per la prima squadra, sicuramente sono molto legato a lui, buon ricordo che ho pure di mister Frosio con cui feci un ottima stagione, mentre per quanto riguarda il presidente Francesco Farina ho un ricordo eccezionale. Una buonissima persona, come sempre in tutte le cose non tutti la pensano allo stesso modo, ma lui era veramente un ottima persona.

La Tana Gialloblù: In bocca al lupo per tutto Marino, a presto.

D’Aloisio: Grazie per l’invito Enrico, a presto.

Enrico Morselli – La Tana Gialloblù.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.