LE INTERVISTE DELLA TANA GIALLOBLU’: ROBERTO CEVOLI, IL CENTRALE DELLA LONGOBARDA

Questa settimana la Tana gialloblù ha intervistato Roberto Cevoli.

La Tana gialloblù: “Ciao Roberto un vero piacere averti ospite qui alla Tana gialloblù“.

Roberto Cevoli: “Buongiorno a te e a tutti i tifosi canarini“.

La Tana gialloblù: “Facendo un remember tu collezionasti 93 partite in maglia canarina in campionato siglando due reti…una in B a Siena e una in A a Empoli…”.

Roberto Cevoli: “Si è vero hai detto benissimo, tutto vero“.

La Tana gialloblù: “Una domanda che facciamo sempre a voi eroi della Longobarda, qual’é il ricordo più importante che hai di quelle stagioni?

Roberto Cevoli: “Momenti indimenticabili, con sensazioni indescrivibili, la cosa più bella è stato il rapporto che si era creato con tutti, compagni di squadra, città, tifosi, un feeling meraviglioso,  la gente si era resa conto immediatamente che eravamo un gruppo serio“.

La Tana gialloblù: “Diciamo che la domenica non era una partita, ma LA PARTITA“.

Roberto Cevoli: “Si, era sempre una partita importantissima, ogni domenica,  una specie di festa, la gente ci seguiva con affetto e amore, e pure per quello che noi ci abbiamo sempre creduto pensando di raggiungere obiettivi fantastici“.

La Tana gialloblù: “Nella nostra testa, e penso anche nella tua, c’è quell’immagine di Genova, la tua esultanza sfrenata nel momento in cui termina la partita del Napoli a Cosenza“.

Roberto  Cevoli: “Eh sì,  è rimasta nella storia, simboleggia il raggiungimento di un sogno e di un’obiettivo che ci eravamo prefissati, da li iniziò una festa che durò giorni, momenti bellissimi come quelli del ritorno da Genova in pullman al Novisad pieno di gente che ci aspettava, davvero momenti indimenticabili“.

La Tana gialloblù: “Hai avuto senza dubbio modo di.visionare il Modena questa stagione, oltretutto mi risulta che avresti avuto la possibilità di sostituire Zironelli“.

Roberto Cevoli: “si, ho visto diverse volte il Modena in questa stagione, sia per lavoro che per l’affetto che mi lega ai colori gialloblù, é vero ho avuto un contatto con la società al momento dell’esonero di Zironelli, poi hanno fatto delle scelte diverse, scelte azzeccate visti i buoni risultati che sta ottenendo Mignani“.

La Tana gialloblù: “Roberto, vorrei esprimerti la mia gratitudine e quella della città per quei meravigliosi momenti, sperando di poterti incontrare di persona“.

Roberto Cevoli: “Molto volentieri,  sentimento reciproco, poi parlare del Modena è sempre un piacere, colgo l’occasione per salutare idealmente il mio amico Paolo Ponzo, una persona che ha rappresentato qualcosa di importante.. non lo dimenticheremo mai

Enrico Morselli..La Tana gialloblù…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.