LE INTERVISTE DELLA TANA GIALLOBLU’: RUBENS PASINO, FANTASIA AL POTERE

Oggi La Tana gialloblù incontra l’amico sia personale che della Tana gialloblù Rubens Pasino già ospite del channel in due occasioni la stagione  scorsa..

La Tana gialloblù: “Rubens, grazie e bentornato qui alla Tana gialloblù channel

Rubens Pasino: “grazie a te Enrico e a tutti i tifosi canarini

La Tana gialloblù: “Rubens, hai avuto modo di vedere la partita con l’Imolese? Che impressioni hai avuto?

Rubens Pasino: “si, ho avuto modo di vedere la partita per tv, dopo un ottima prima frazione di gioco dove il Modena ha meritato il vantaggio,  nel secondo tempo la reazione dell’Imolese, che ha dato due ‘cazzottoni’ al Modena in due minuti, ha cambiato la partita completamente,  il Modena ha avuto il merito di reagire e trovare un pareggio che se non trova tutti felici è comunque da accogliere con soddisfazione“.

La Tana gialloblù: “Anche perché di solito queste partite si perdono, e in C partite facili non ce ne sono“.

Rubens Pasino: “Si è vero, queste partite in C sono all’ordine del giorno e partite facili non ce ne sono sopratutto ora…l’Imolese pur lottando per la salvezza è una buona squadra, soprattutto dopo avere cambiato il mister , comunque il Modena ha fatto un ottimo primo tempo, poi è andato in difficoltà nel secondo, può succedere“.

La Tana gialloblù: “Rubens una domanda sul passato, ovviamente sulla PARTITA, ovviamente parlo di Brescello, una curiosità…. cosa hai provato nel momento in cui Ciro Ginestra nell’occasione forse meno clamorosa della partita ha siglato la rete della vittoria in quella memorabile partita?io non posso dire cosa feci in quel momento, meglio!

Rubens Pasino: “Una delle emozioni più forti di tutta la mia carriera, come se avessimo segnato in 25, staff compreso, ricordo che battei la rimessa laterale per Mandelli, dal lato tifoseria ed essendo lontano dai miei compagni di squadra optai per arrampicarmi sulla rete scartando un tifoso rimanendo appeso per almeno un 45 secondi, li per li ero quasi in tranche, fortunatamente l’arbitro fischió subito la fine“.

La Tana gialloblù: “Fu più l’emozione per Brescello o quella di Genova la stagione dopo per la promozione in A?

Rubens Pasino: “Neanche da fare il paragone, fu molto più forte l’emozione per Brescello, l’anno dopo avremmo avuto altre occasioni per chiudere il discorso“.

La Tana gialloblù: “Un mio cruccio personale, quello di non avere potuto vedere in A giocatori come te, mio assoluto idolo e altri“.

Rubens Pasino: “Qualche partita l’ho fatta, 8 per l’esattezza, evidentemente erano stati fatti altri programmi all’epoca, e sia io che per esempio Vito Grieco non ne facevamo parte“.

La Tana gialloblù: “Tu abiti a Modena, quindi Modena ti è rimasta nel cuore!

Rubens PasinoAbito a Modena da ormai 20 anni, sembra ieri ma sono passati proprio 20 anni a Giugno, normale che sia felice di essere qui, mi sento se non proprio Modenese almeno per una metà sento di esserlo,  ho pure la fortuna di frequentare dei ragazzi della curva, ragazzi che amano il Modena indipendentemente dalla categoria“.

La Tana gialloblù: “Grazie mille Rubens per la tua presenza alla Tana gialloblù channel“.

Rubens Pasino: “Grazie a te Enrico e a tutti i tifosi del Modena

Enrico Morselli… La Tana gialloblù 

Clicca qui per accedere alla pagina Facebook de La Tana Gialloblù e seguire la puntata della settimana con ospite Rubens Pasino.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.