LE PAGELLE GIALLOBLU’, BELLINI IL MIGLIORE, RABIU TANTI ERRORI

PIRAS 6, il fatto che in 90 minuti più recupero sul campo della Reggio Audace non debba compiere quasi nemmeno una parata fa capire l’ottima prova difensiva dei gialloblù. Solo ordinaria amministrazione senza dover fare interventi difficili.

BELLINI 7, riproposto in un ruolo non suo, a causa della febbre che ha fermato Ndoj, gioca una ottima partita controllando bene le avanzate del pericoloso Staiti e dell’ex Belfasti e facendosi vedere spesso in avanti. Nella ripresa prova anche il tiro dalla distanza che esce di poco.

GOZZI 6,5, prestazione positiva senza grandi sbavature soprattutto sul giovane Bardeggia. Qualche rinvio ciccato, ma rimedia sempre con grande sicurezza. Esce nel finale per crampi.

DIERNA 6, in campo al posto di Gozzi, colpito dai crampi, gioca uno spezzone di gara senza grandi sbavature.

ZANONI sv, riproposto titolare da Bollini dopo il buon rientro contro il Pavia, si infortuna alla spalla dopo pochi minuti ed è costretto a lasciare il posto a Cortinovis.

CORTINOVIS 6, torna in campo dopo diverso tempo a causa dell’infortunio di Zanoni in una posizione non sua, se la cava discretamente, nonostante qualche errore. Le poche volte che va al cross, invece, non è granché preciso.

RABIU 5,5, il nigeriano si trova spesso di fronte il connazionale Osuji e se la gioca alla pari. Commette però tanti errori in fase di rilancio che confermano che non ha ancora recuperato la forma di inizio stagione. Un po’ meglio nella ripresa.

PETTARIN 6,5, riproposto a sorpresa dopo un lungo periodo fuori al posto di un Loviso acciaccato, affronta la partita con il piglio giusto soprattutto in fase di contenimento sul rifinitore granata Cozzari. Ammonito per proteste dopo pochi minuti, riesce a non farsi condizionare troppo dal cartellino subito.

LOVISO 6, in campo nella seconda metà della ripresa, per cercare di sfruttare soprattutto i suoi calci da fermo. Su uno di questi il pallone, probabilmente deviato da Montella, finisce sulla traversa.

CALAMAI 6, lavoro oscuro, soprattutto in copertura su Staiti per evitare che possa andare al tiro dalla distanza. Dopo l’uscita dal campo del centrocampista granata, prova a farsi vedere anche in avanti senza troppa fortuna.

BALDAZZI 6, seconda partita consecutiva da titolare con mister Bollini per l’attaccante romagnolo che nel primo tempo sfiora il palo su calcio di punizione. Nella ripresa ha una buona opportunità da dentro l’area, ma calcia senza precisione da buona posizione.

MONTELLA 6, in campo al posto di Baldazzi per sfruttare la sua velocità sulla fascia, va vicino al gol nel finale con una percussione centrale e un triangolo con Rabiu che sfuma a due passi dal portiere. Forse avrebbe potuto tentare il tiro dal limite dell’area.

FERRARIO 5, dopo la sosta il bomber sembra avere perso un po’ di smalto. Si divora un’occasione clamorosa per uno come lui, a tu per tu con Narduzzo e qualche minuto più tardi scivola al momento del tiro dopo un’azione personale. Esce nel finale sostituito da Ferretti.

FERRETTI sv, cinque minuti più recupero in cui cerca di sfruttare i suoi centimetri, ma senza riuscirci.

SANSOVINI 6,5, nel primo tempo è quello che cerca di inventare qualcosa, in assenza di un vero regista di ruolo. Nella ripresa costringe Narduzzo a una grande parata con un improvviso tiro dal limite. Cala nel finale.

BOLLINI 6, prepara la partita nella maniera giusta, anche alla luce delle assenze dell’ultim’ora. Mette Pettarin sul rifinitore della Reggio Audace e il Modena controlla la sfuriata iniziale dei granata, per poi uscire dal guscio a fine primo tempo e ad inizio ripresa. Nel finale forse, con la squadra di Antonioli in dieci, avrebbe potuto rischiare un attaccante in più, lasciando in campo anche Ferrario.

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.