LE PAGELLE GIALLOBLÙ, CALAPAI IL MIGLIORE

MANFREDINI 6, subisce due soli tiri in porta, il gol di Sorrentino, su cui da l’impressione di partire leggermente in ritardo, e una conclusione da fuori di Mancuso sullo 0-1, che mette in corner con un bel tuffo. Per il resto solo ordinaria amministrazione.

AMBROSINI 7, il migliore della difesa gialloblù. Arcigno come non mai, annulla il bomber della Samb Mancuso e, soprattutto nel primo tempo, compie un paio di recuperi provvidenziali.

MILESI 6, un paio di lisci senza conseguenze e, forse, un briciolo di indecisione nell’uscire incontro a Sorrentino in occasione del gol del vantaggio della Sambenedettese. Per il resto la solita prestazione attenta con qualche sortita anche in avanti sui calci da fermo.

FAUTARIO 6, il meno brillante dei tre di difesa gialloblù. Nel primo tempo concede qualcosa al veloce Vallocchia e non è mai granché preciso quando deve rilanciare. Non commette però particolari errori. Esce nella ripresa dopo il vantaggio della Samb per il cambio di modulo scelto da Capuano.

CALAPAI 7,5, il migliore in campo dei gialloblù. Dopo un primo tempo più difensivo in cui non concede praticamente nulla sulla sua fascia, nella ripresa avanza il suo raggio d’azione e diventa devastante, complice una condizione atletica e mentale più che positiva. Suo il cross al bacio in occasione del gol vittoria di Loi.

REMEDI 7, altra ottima prestazione per questo centrocampista arrivato a dicembre dalla serie D. A centrocampo corre per due, recuperando una miriade di palloni e facendo ripartire la squadra con le sue sgroppate. Nella ripresa sfiora il gol quando un suo colpo di testa viene respinto sulla linea da un difensore. Imprescindibile.

GIORICO 7, anche per il capitano seconda prestazione consecutiva molto positiva. Recupera e distribuisce palloni con grande precisione crescendo soprattutto nella ripresa quando interrompe un paio di azioni della Samb che potevano diventare pericolose. E’ suo il cross per il gol del pareggio di Diop.

SCHIAVI 6, un discreto primo tempo in cui va anche pericolosamente al tiro da fuori area. Cala un po’ nella ripresa ed esce sostituito da Loi dopo il cambio di modulo deciso da Capuano.

LOI 7, l’approccio è il solito con partenze in dribbling veloci e scelte sbagliate al momento di rifinitura e tiro. Cresce però alla distanza e prima con un tiro da fuori finalmente degno di questo nome conquista il calcio d’angolo da cui arriva il pareggio di Diop, poi realizza con un bellissimo colpo di testa su cross di Calapai il gol della vittoria. Che il lavoro di Capuano su di lui cominci a dare i suoi frutti?

POPESCU 7, devastante quando va in progressione sulla fascia anche se nel primo tempo non è preciso al cross come in altre occasioni. Nella ripresa se la cava piuttosto bene anche come terzo di difesa quando, dopo il 2-1, Capuano torna al 3-5-2.

BASSO 6, non ha stessa forma di qualche tempo fa ma, quando entra, offre il suo contributo al successo finale con un paio di buone incursioni sulla fascia destra.

NOLE’ 5,5, prestazione non troppo brillante per il fantasista ex Reggiana, specialmente nel primo tempo quando deve cercare di affiancare Diop in avanti. Meglio nella ripresa dopo l’ingresso di Loi.

OLIVERA 6, una decina di minuti a far legna a centrocampo quando c’è da difendere il vantaggio dei gialloblù.

DIOP 6,5, abulico per quasi tutto il primo tempo e anche per parte della ripresa, ha però il merito di realizzare con un gran stacco di testa il gol del pareggio che ricarica la squadra gialloblù. Fortissimo nel gioco aereo deve però crescere anche col pallone tra i piedi.

CAPUANO 7, quando è arrivato, prima dell’andata con la Sambenedettese, il Modena era una squadra depressa e sfiduciata a un passo dall’ultimo posto in classifica. Oggi, a tre giornate dal termine, è fuori dai play out con buone possibilità di evitarli. Basta questo per far capire l’ottimo lavoro svolto dal tecnico campano.

(GB)

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.