LE PAGELLE GIALLOBLU’: DIFESA SEMPRE PIU’ SOLIDA, FERRARIO GRANDE BOMBER

DIEYE 6, per lui poco più che ordinaria amministrazione, con prese alte, qualche rinvio di piede e un’uscita sul pericoloso Mauri dopo un mezzo malinteso con Gozzi. Conferma di dover migliorare nel gioco con i piedi.

NDOJ 6,5, buona prova sulla fascia destra dove non soffre quasi mai gli attaccanti del Ciliverghe e si trova anche a spingere in alcune occasioni, andando ad appoggiare Montella. Nella ripresa, dopo il passaggio alla difesa a tre, gioca più avanti mostrando anche le sue buone qualità negli inserimenti.

DIERNA 7, serve un cross perfetto a Ferrario in occasione del gol della vittoria gialloblù. Per il resto consueta solidità difensiva, sulle palle alte ma non solo.

PERNA 7, la sua trecentesima gara in gialloblù è un’altra prestazione di assoluta sicurezza, contro il temuto Joelson, finche è in campo, ma non solo. Grande esperienza e pochissimi errori.

ZANONI 6, qualche difficoltà nel primo tempo con il veloce Del Bar, molto meglio nella ripresa, specie dopo il passaggio alla difesa a tre.

GOZZI 6, entrato nella ripresa al posto di Montella, offre il suo contributo ad una difesa già piuttosto solida.

PETTARIN 6, primo tempo compassato in cui fatica nel ruolo di regista arretrato, meglio nella ripresa, soprattutto quando, dopo il passaggio al 3-5-2, viene liberato dai compiti di costruzione del gioco ed è chiamato soprattutto ad un lavoro di interdizione.

BOSCOLO PAPO 5,5, meglio nel primo tempo dietro le punte che nella ripresa in quello che sarebbe il suo vero ruolo, quello di regista centrale. Da uno con la sua qualità ci si aspetta qualcosa di più.

RABIU 6,5, al suo esordio da titolare il giovane nigeriano mostra una personalità e un senso della posizione da giocatore molto più maturo. Cala nella ripresa, ma era fisiologico, ed è sostituito da Messori.

MESSORI 6, buon approccio alla gara anche se in una fase in cui il Modena ormai puntava soprattutto a controllare il risultato.

MONTELLA 6, schierato esterno largo d’attacco può far valere la sua qualità migliore, la velocità. Ha una ottima occasione sullo 0-0, ma calcia male da buona posizione. Nella ripresa esce un po’ a sorpresa per lasciare spazio a Gozzi e a un modulo più prudente.

BALDAZZI 5,5, anche lui schierato esterno largo offensivo, interpreta il ruolo con meno efficacia di quanto non faccia Montella. Cala, come spesso succede, nella ripresa ed è sostituito da Lauria.

LAURIA 5, gettato nella mischia quando il Modena ormai è concentrato quasi solo nel mantenimento del risultato non ha grandi occasioni per mettersi in mostra e fatica ad entrare in partita.

FERRARIO 7, ha due sole occasioni in tutta la partita, una la manca di un soffio, la seconda la trasforma con una incornata di testa da grande attaccante. Bomber vero.

FERRETTI sv, entra nel finale al posto di Ferrario giusto per tenere alta la squadra e fare a sportellate con i difensori del Ciliverghe.

APOLLONI 6, il suo Modena continua a vincere, ma non a convincere tutti. Azzecca il modulo iniziale con i due esterni offensivi larghi, che mettono in difficoltà la difesa non certo straordinaria del Ciliverghe. Forse rinuncia un po’ troppo presto a cercare di chiudere il match passando a un 3-5-2 di puro contenimento.

(GB)

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.