LE PAGELLE GIALLOBLU: DUCA ENTRA ED E’ DECISIVO, BENE SODINHA E PERNA

GAGNO 6, ordinaria amministrazione gestita con tranquillità e sicurezza, anche con i piedi quando è chiamato a destreggiarsi in situazioni non semplici. Non è costretto a compiere grandi interventi.

INGEGNERI 6, qualche indecisione, soprattutto nel primo tempo, ma tutto sommato se la cava con sufficiente tranquillità, pur avendo di fronte attaccanti pericolosi come quelli della Virtus Verona. Esce nel finale colpito dai crampi e sostituito da Politti.

POLITTI sv, pochi minuti finali al posto di Ingegneri senza fare grandi cose né in positivo né in negativo.

PERNA 7, il migliore dei difensori gialloblù. Tanti recuperi e azioni avversarie interrotte di testa e di piede. Con Pezzella marcatissimo è spesso costretto anche ad impostare da dietro e lo fa comunque discretamente.

STEFANELLI 5,5, fino all’espulsione, francamente esagerata, non aveva fatto male, anche se era sembrato il più incerto dei tre centrali gialloblù.

MATTIOLI 6, meglio che nelle ultime uscite. Anche se a volte sembra correre senza una vera meta, contro la Virtus riesce ad essere un po’ meno fumoso e si fa notare sia per un paio di buoni cross che, anche, per qualche positivo ripiegamento difensivo. Dopo l’espulsione di Stefanelli scala nei tre di difesa e se la cava discretamente.

PEZZELLA 6, primo tempo meno brillante che in altre occasioni, nel quale, controllato quasi a uomo da Danti, fatica molto a impostare e ad andare alla conclusione. Meglio nella ripresa, paradossalmente dopo l’espulsione di Stefanelli e con la squadra in dieci.

DAVI’ 6, primo tempo con tanti errori in cui si trova spesso a ridosso delle punte e ad andare a saltare in area di rigore avversaria, senza grande fortuna. Cresce anche lui nella ripresa.

LAURENTI 6, anche per l’ex centrocampista del Bassano, una prestazione migliore rispetto ad altre precedenti. Da interno di centrocampo sicuramente rende meglio che da esterno, anche se non riesce realmente ad incidere.

SPAVIERO 6, lanciato per la prima volta da titolare e al debutto tra i professionisti, il giovane attaccante gioca una gara gagliarda sulla fascia, soprattutto dopo l’espulsione di Stefanelli. Sul giudizio, però, pesa come un macigno il gol incredibilmente sbagliato a due passi dalla porta su corner di Sodinha.

DUCA 7,5, entra al posto di Spaviero ed è decisivo. Prima salva in difesa su una pericolosa azione della Virtus Verona, poi segna il gol della vittoria dopo una conclusione di Spagnoli ribattuta dal portiere. E la curva scandisce a gran voce il suo nome.

SODINHA 7, trascina la squadra per tutta la partita fornendo assist ai compagni col suo sinistro fatato e mettendo continuamente in difficoltà la difesa ospite che ricorre spesso al fallo. Esce tra gli applausi nel finale per lasciare il posto a Tulissi.

TULISSI sv, solo pochi minuti nel finale per contribuire a condurre in porto la vittoria.

SPAGNOLI 6, tanto impegno e tanta grinta ma, come altre volte, non riesce ad essere mai pericoloso. Fallisce una buona opportunità da centro area su assist al bacio di Sodinha, ma ha anche il merito di dare il la all’azione che porta al gol partita di Duca.

ROSSETTI sv, anche per lui pochi minuti di lotta per la causa.

ZIRONELLI 6, la squadra è in crescita e dimostra di essere un gruppo unito, vincendo in dieci contro undici contro una coriacea Virtus Verona. E in questo, checchè se ne dica, ci sono anche dei suoi meriti.

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.