LE PAGELLE GIALLOBLU: DUCA IL MIGLIORE DEI SUOI, MONTELLA UN PO’ FUMOSO

PIRAS 5,5, sul primo gol Morello trova l’angolino basso alla sua sinistra, mentre sul secondo riesce a toccare il pallone sul colpo di testa di Bortoluz, ma solo per deviarlo sul palo. Mai troppo sicuro sulle uscite.

BELLINI 6, meno brillante del solito, anche se è uno degli ultimi ad arrendersi. In occasione del primo gol consente a Morello di accentrarsi e andare al tiro dalla distanza. Non sempre preciso al cross.

GOZZI 6, torna titolare dopo la panchina con il San Marino e gioca una gara sufficiente, senza commettere grandi errori. Tanti tentativi di lancio lungo a superare il centrocampo, ma non sempre precisi.

PERNA 5,5, fermo in occasione del secondo gol della Pergolettese, quando si fa anticipare da Bortoluz di testa, prima del tap-in vincente di Franchi. Meglio nella ripresa con alcuni buoni anticipi sui rilanci della squadra di Contini.

CORTINOVIS 5,5, inizia con un po’ di timore, poi riesce a prendere le misure all’avversario e si propone con più coraggio anche in avanti, senza però riuscire a mettere in mezzo dei gran cross. Esce per lasciare il posto a Spaviero, nella fase di maggior pressione dei gialloblù.

SPAVIERO sv, mandato in campo da Bollini al posto di Cortinovis per provare ad aprire le maglie di una Pergolettese tutta abbottonata a protezione del vantaggio, non riesce ad essere mai pericoloso.

PETTARIN 5, gioca solo in interdizione senza mai riuscire a costruire qualcosa in fase di rilancio. Prova una conclusione dalla distanza sull’1-1 ma senza fortuna. Nella ripresa Bollini gli preferisce l’esperienza e la visione di gioco di Loviso.

LOVISO 5,5, appena entrato regala un pallone alla Pergolettese, ma Franchi, per fortuna, sbaglia da ottima posizione. Sempre pericoloso sui calci d’angolo, si ferma però anche lui davanti al muro eretto dalla formazione di Contini.

RABIU 6, tanti palloni giocati, tanti recuperati, ma anche tanti persi. Sicuramente uno degli ultimi ad arrendersi, la sua conclusione dal limite in pieno recupero finisce fuori di poco. Mezzo punto in più per l’impegno e la personalità che mostra anche in una partita così importante.

DUCA 6,5, il migliore del Modena. Dimostra subito dopo pochi secondi di avere gamba, grinta e personalità conquistando una punizione con un cambio di passo e, finche resta in campo, è sempre uno dei più pericolosi. Sostituito un po’ a sorpresa da Calamai (forse perchè ammonito?), quando sembrava averne ancora più degli altri.

CALAMAI sv, in campo al posto di Duca per dare più equilibrio al centrocampo gioca una metà di tempo senza infamia e senza lode.

MONTELLA 5,5, qualche corsa sulla fascia nel primo tempo, ma molto fumo e poco arrosto. Prova una conclusione dal limite senza però essere preciso.

LETIZIA 5, entra in campo al posto di Montella, ma la situazione non cambia granchè. Prova a scardinare la difesa della Pergolettese con i suoi dribbiling, ma senza nessun risultato.

BALDAZZI 6, è da una sua punizione deviata da Bortoluz che arriva il fortunoso gol del momentaneo pareggio gialloblù. Sicuramente uno dei più attivi dell’attacco canarino, ma spesso poco preciso.

SANSOVINI sv, in campo al posto di Baldazzi solo all’88’, sfiora il gol con un colpo di testa fuori di poco. Sul sintetico di Novara, forse, la sua esperienza avrebbe potuto essere utile prima.

FERRARIO 5,5, un’unica palla giocabile sulla quale si gira in area e costringe Stucchi ad una grande parata. Per il resto si perde tra i tre centrali della Pergolettese, sempre controllato dal potente Bakayoko.

BOLLINI 5, Contini cambia le carte in tavolo schierando una Pergolettese molto abbottonata dietro con l’intento di coprirsi e ripartire e lui non riesce a prenderne le contromisure. La conferma di Pettarin al posto di Loviso non paga come altre volte e anche sui cambi resta qualche dubbio.

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.