LE PAGELLE GIALLOBLU’: GARA SONTUOSA DI RABIU, DE GRAZIA E PEZZELLA A CORRENTE ALTERNATA

GAGNO 7, una buona parata su Corradi nel primo tempo, una decisiva su colpo di testa di Nannini nella ripresa. E in mezzo tanta sicurezza e tante buone giocate con i piedi.

MATTIOLI 6, un primo tempo positivo con alcune ottime sgroppate sulla fascia e serpentine in cui mostra anche buona qualità. Nella ripresa, con la squadra in dieci, è costretto quasi solo sulla difensiva e soffre molto di più con il veloce Nannini.

ZARO 6,5, tanti palloni giocati e respinti, tanta sofferenza anche se qualche imprecisione in più del compagno di reparto Ingegneri, con cui però conferma di comporre una coppia di grande solidità e qualità.

INGEGNERI 7, il migliore della difesa gialloblù con una marea di palloni respinti e un paio di salvataggi decisivi nella ripresa. Conferma la crescita mostrata nelle ultime gare del 2019 e la grande intesa col compagno di reparto Zaro.

VARUTTI 6, gioca una gara quasi esclusivamente difensiva, anche se nel finale in contropiede avrebbe una buona occasione per andare al tiro su lancio di Tulissi. Però non azzarda la conclusione e finisce per perdersi tra i difensori avversari. Grande sofferenza, specie nella ripresa, con la velocità di Sestu.

DAVI’ 4,5, fino al momento della sciocchezza che lo porta all’espulsione la sua partita era positiva. Uno della sua esperienza e per giunta con la fascia da capitano, non può abboccare a certe provocazioni.

RABIU 7,5, il migliore in campo. Dopo un inizio un po’ timoroso cresce sempre di più recuperando una marea di palloni e costruendo ripartenze con giocate di qualità. Si è guadagnato con merito un posto nell’undici titolare.

DE GRAZIA 5,5, nel primo tempo un assist al bacio non sfruttato da Ferrario e una conclusione da fuori respinta. Per il resto tanta confusione e tanti palloni persi anche in posizioni pericolose.

STEFANELLI 6, in campo al posto di De Grazia a metà ripresa per chiudere ulteriormente le maglie della difesa gialloblù, gioca una gara attenta facendosi vedere anche in avanti.

TULISSI 6,5, nel primo tempo ha una buona opportunità che non sfrutta. Nella ripresa, con la squadra in dieci, è costretto spesso a cercare da solo le giocate per tenere il pallone lontano dall’area gialloblù e portare qualche pericolo verso la porta del Piacenza e lo fa con qualità e intelligenza tattica.

FERRARIO 5, ha una grande occasione su lancio filtrante di De Grazia, ma aspetta troppo a calciare facendosi chiudere la porta dal numero uno del Piacenza Bertozzi. Per il resto ci mette impegno per conquistare qualche pallone, ma non incide. Esce per lasciare il posto a Pezzella ad inizio ripresa.

PEZZELLA 5,5, qualità, come sempre, ma anche giocate spesso inutili. Da interno del centrocampo a tre vaga per il campo senza grande logica. Meglio in quello a due di fianco a Rabiu, dopo il passaggio alla difesa a tre. Non è ancora al meglio.

SPAGNOLI 6, solito discorso che si è fatto in passato per lui. Tanto gioco e tanta grinta, ma la porta la vede poco. E’ però molto utile, con il Modena in dieci, a tenere alta la squadra, nella fase di maggior sofferenza.

BOSCOLO PAPO sv, in campo nel finale al posto di uno stanchissimo Spagnoli.

MIGNANI 6,5, la solidità e la compattezza raggiunte dal Modena attuale sono certamente merito suo. Giusta la scelta di puntare su Ferrario all’inizio, così come quella di sostituirlo ad inizio ripresa dopo l’espulsione di Davì, nonostante Tulissi e De Grazia fossero ammoniti.

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.