LE PAGELLE GIALLOBLU: OTTIMA PROVA DI DAVI’, DIFESA SENZA GRANDI SBAVATURE

GAGNO 6, un paio di incertezze nelle uscite alte rischiano di costare caro, ma gli avanti del Sudtirol non ne approfittano. Per il resto sempre sicuro con i piedi e bravo a risolvere un paio di pericolose mischie nel sofferto finale.

MATTIOLI 6, costretto soprattutto sulla difensiva dal pericoloso Beccaro, si fa vedere in avanti solo in poche occasioni. Gara comunque sufficiente con un paio di buone diagonali difensive.

POLITTI sv, qualche scampolo di gara nel finale al posto di Mattioli, più per far passare il tempo che altro.

ZARO 6,5, un rientro molto importante in difesa, dove gioca una gara attenta trovandosi di fronte soprattutto il pericoloso Rover. Se la coppia Zaro-Ingegneri è attenta e sul pezzo, il pacchetto arretrato gialloblù è difficilmente perforabile.

INGEGNERI 6,5, inizia con qualche incertezza in più del compagno di reparto, poi cresce nella seconda parte di gara e non sbaglia praticamente più nulla.

VARUTTI 6, nel primo tempo regala un pallone sanguinoso a Tait sul cui passaggio in mezzo, per fortuna, Rover calcia alto da buona posizione. Nella ripresa un po’ meglio in fase di copertura, anche se da sempre l’impressione di essere più a suo agio quando spinge che quando deve coprire.

DAVI’ 7, la sua miglior gara stagionale viene dopo, probabilmente, la sua peggiore, quella di Rimini. E’ suo l’assist per Spagnoli in occasione del gol partita. Per il resto recupera tanti palloni e, finalmente, accompagna anche con costanza l’azione offensiva.

MURONI 6,5, schierato davanti alla difesa al posto di Rabiu, si dimostra una solida diga per i difensori gialloblù. Regista più difensivo che di costruzione. Prova anche la conclusione in una paio di occasioni, ma senza successo.

PEZZELLA sv, inizia con buon piglio, ma è costretto a lasciare il campo a metà primo tempo per il riacutizzarsi di un problema al ginocchio.

LAURENTI 6, in campo al posto di Pezzella, entra subito in maniera positiva e nel finale va a fare anche il centravanti, dopo l’uscita di Spagnoli e Ferrario. Una sufficienza larga.

TULISSI 6, è l’unico ad avere le giocate per spezzare la partita e gli avversari lo prendono di mira fin dall’inizio con falli sistematici. Nella ripresa ha una grande occasione per chiudere la partita ma, solo davanti al portiere, dimostra di mancare di cinismo e calcia addosso all’estremo difensore del Sudtirol.

SPAGNOLI 6,5, spesso criticato e quasi deriso all’inizio, sta diventando il giocatore più importante dell’attacco canarino. Realizza il quarto gol stagionale sfruttando al meglio una bella giocata di Davì. Lotta come un leone come sempre ma, prima di uscire, fallisce un’occasione d’oro per chiudere il match.

STEFANELLI sv, in campo nel finale al posto di Spagnoli quando ci sono da fare le barricate.

FERRARIO 5, ha una sola occasione nella ripresa, ma non controlla bene il pallone in area e si fa chiudere dal portiere in uscita, dopo una giravolta. Per il resto prova a proporsi anche come sponda, ma commette tanti errori, dimostrando una volta di più che ha altre caratteristiche.

BOSCOLO PAPO 6, in campo a metà ripresa al posto di Ferrario, recupera diversi palloni, provando anche ad avanzare in appoggio alle punte. Utile durante il forcing finale del Sudtirol.

MIGNANI 6, dopo la debacle di Rimini e contro una squadra forte e in forma, punta su quello che resta il punto forte della sua squadra e cioè la solidità difensiva e viene premiato. Troppo rinunciatario però nel finale, quando, con un paio di cambi, arretra il baricentro della squadra.

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.