LE PAGELLE GIALLOBLÙ: REMEDI E CALAPAI I MIGLIORI

MANFREDINI 6, un voto di fiducia visto che, come contro il Forlì lo scorso fine settimana, passa un pomeriggio inoperoso e non deve compiere nemmeno una parata. Solo un paio di uscite di ordinaria amministrazione.

AMBROSINI 6,5, ingaggia un duello spigoloso con il ruvido Cori e, dopo qualche scaramuccia iniziale, ha la meglio.

MILESI 6,5, concede pochissimo agli avanti del Santarcangelo e guida con sicurezza una difesa che acquista solidità gara dopo gara.

POPESCU 6,5, nel primo tempo si limita ad un positivo lavoro di copertura. Nella ripresa cresce e si avventura in avanti con le sue classiche percussioni a testa bassa, diventando una sorta di esterno aggiunto. E dire che non era dato in forma e alla vigilia era in dubbio.

CALAPAI 7, la sua miglior prestazione stagionale. Nel primo tempo è l’unico che riesce a creare qualche problema al Santarcangelo sulla fascia destra. Nella ripresa avanza ulteriormente il suo baricentro e, a tratti, diventa difficilmente controllabile. Bene anche in difesa.

REMEDI 7,5, il migliore in campo in assoluto. Una prestazione sontuosa con una miriade di palloni recuperati e tante cavalcate in appoggio alle punte. Nel primo tempo prova anche ad andare al tiro dalla distanza. Magari non avrà dei piedi delicati, ma nel Modena di oggi è un giocatore fondamentale.

GIORICO 6,5, nel primo tempo fatica a prendere in mano le redini del gioco, cresce invece parecchio nella ripresa con l’avanzamento del baricentro della squadra, impedendo in più di un’occasione al Santarcangelo di ripartire.

SCHIAVI 5, l’unico insufficiente del Modena di oggi. Viene quasi subito ammonito, fatto che, forse, ne condiziona la prestazione. Finché resta in campo non riesce ad appoggiare le punte come ci si sarebbe potuto aspettare da lui. Esce ad inizio ripresa sostituito da Diakite’.

BASSO 6, nel primo tempo si vede poco o nulla, cresce invece nella ripresa quando la squadra passa ad un modulo più offensivo. Bravo ed esperto nel finale quando c’è da controllare e far trascorrere il tempo.

NOLE’ 6, anche per lui un primo tempo abulico e una ripresa molto più propositiva, complice il passaggio al 3-4-1-2, modulo che gli si addice molto di più.

DIOP 6,5, e’ l’unico degli attaccanti gialloblù che vede la porta e con il gol fondamentale al Santarcangelo arriva a quota cinque. Peccato che ne sbagli anche di quelli davvero clamorosi.

DIAKITE’ 6,5, il suo ingresso in campo a inizio ripresa è fondamentale per alzare il baricentro della squadra e chiudere il Santarcangelo nella propria metà campo. Gioca tantissimi palloni e solo un ottimo intervento di Nardi gli impedisce di esultare dopo una bella girata di testa in area. In crescita.

OLIVERA sv, in campo negli ultimi dieci minuti al posto di uno stanchissimo Nole’. Offre il suo contributo alla causa gialloblù in fase di recupero del pallone.

LOI sv, pochi minuti nel finale al posto di Diop senza incidere.

CAPUANO 7, è riuscito a dare alla sua squadra una solidità difensiva davvero invidiabile e il cambio di modulo nella ripresa risulta decisivo per il successo finale. Ora la squadra e tre punti sopra i play out, un grande risultato considerando la situazione di un girone fa .

(GB)

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.