LE PAGELLE GIALLOBLU, SI SALVANO DAVVERO IN POCHI

GAGNO 6, non ha particolari colpe sui due gol del Rimini, ma non deve nemmeno compiere parate importanti. E’ comunque sempre sicuro sulle palle alte e con i piedi.

MATTIOLI 5,5, meno peggio dei compagni di reparto in fase difensiva. In avanti si fa vedere soprattutto nel primo tempo, quando su un suo cross dalla destra, Tulissi calcia alto da ottima posizione.

STEFANELLI 5, riproposto a sorpresa al posto di Zaro non riesce a creare un’intesa positiva con Ingegneri e concede sempre qualcosa agli avanti del Rimini. Sul primo gol dei romagnoli si fa prendere in mezzo assieme al compagno da Arlotti.

INGEGNERI 5, la sua peggior prestazione del periodo Mignani, molto incerto in ogni occasione in cui il Rimini si presenta in attacco. Sul gol dell’1-0 Arlotti lo anticipa venendo da dietro. E’ decisamente in fase calante.

VARUTTI 5,5, nel primo tempo meglio quando spinge che quando deve coprire. Nella ripresa cala anche lui e perde Ventola in occasione del raddoppio del Rimini.

RABIU 6, un primo tempo dignitoso per il giovane centrocampista, con diversi palloni recuperati, ma anche qualche imprecisione in fase di rilancio. Mignani lo toglie ad inizio ripresa perché ammonito per lasciare spazio a Boscolo Papo.

BOSCOLO PAPO 5, non entra praticamente mai in partita. Ingresso in campo impalpabile in un secondo tempo impalpabile per tutta la squadra.

LAURENTI 5, torna titolare dopo diverso tempo al posto di Muroni e non inizia nemmeno malissimo, poi cala e si perde in una lunga serie di imprecisioni. Nel primo tempo ha anche una buona opportunità per andare al tiro dal limite ma calcia altissimo su sponda di Spagnoli.

BEARZOTTI sv, venticinque minuti in campo al posto di Laurenti senza incidere.

DAVI’ 5, gara impalpabile per il capitano gialloblù. Non la classica partita oscura ma utile, ma una partita in cui non si vede praticamente mai.

PEZZELLA 4,5, entra nella ripresa al posto di Davì e il suo approccio alla gara è irritante. Tenta subito di calciare in porta una punizione da una distanza siderale, poi affronta il match con sufficienza prendendosi anche un giallo per proteste. Mezzo punto in meno per l’atteggiamento. Peccato perché avrebbe grandi qualità.

TULISSI 6, a volte è un po’ egoista, altre conferma di non avere un gran fiuto del gol, ma è l’unico che ci prova fino alla fine e dimostra di avere le qualità per superare la difesa del Rimini e creare qualcosa di significativo.

SPAGNOLI 5, ha un’opportunità nel primo tempo su assist di Varutti, ma calcia a lato da buona posizione. Col passare dei minuti si spegne e scompare dal campo, finché Mignani non lo sostituisce con Spaviero.

SPAVIERO 5, il match winner contro la Sambenedettese non si conferma e gioca una mezz’ora abbondante anonima e senza spunti.

FERRARIO 5, è un cinque più che altro di stima, perché davvero a Rimini non si vede praticamente mai, se non per un contropiede nel primo tempo che avrebbe potuto gestire molto meglio. Quasi sempre nascosto dietro i difensori avversari.

ROSSETTI sv, in campo al posto di Ferrario, non ha nessuna opportunità per provare ad incidere.

MIGNANI 5, prova a far rifiatare qualche giocatore in diffida come Zaro e a corto di fiato, ma non ottiene granché. E i cambi in corsa quasi peggiorano la situazione. Il Modena di Rimini è una squadra senza idee e senza verve. Ci sarà tanto da lavorare per riproporre un undici credibile sabato prossimo contro il Sudtirol.

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.