MIGNANI: “SECONDO TEMPO INCOMMENTABILE, MA GUAI DEMORALIZZARCI”

E’ decisamente arrabbiato, ancor più che deluso, Michele Mignani al suo arrivo in sala stampa dopo la pessima prestazione del suo Modena sul campo del Rimini, ultimo in classifica. “E’ stata una partita con due facce – spiega il tecnico canarino – nel primo tempo, per la verità, non è stata una brutta prestazione, mentre il secondo tempo è difficile da commentare, è stata davvero una pessima prestazione. Abbiamo cominciato la ripresa dicendoci delle cose, ma poi non abbiamo fatto nulla per rimediare la partita, mi dispiace perché è stato un secondo tempo incommentabile. Bisognerà lavorare molto anche sulla testa perché non possiamo non reagire dopo un gol come è successo oggi. E’ difficile spiegare il perché. Abbiamo provato a cambiare qualcosa ma alla fine abbiamo fatto anche peggio. C’è poco da dire, vanno fatti i complimenti al Rimini perché ha vinto meritatamente e noi dobbiamo rimboccarvi le maniche e ripartire. Guai a demoralizzarci, dobbiamo lavorare e e capire il perché di una prestazione così“.

Mignani poi ha spiegato così le scelte iniziali di Stefanelli e Laurenti titolari. “Ho voluto dare un segnale a chi gioca che deve sempre guadagnarsi il posto e a chi gioca meno, ma si allena bene che lo tengo sempre in grande considerazione. Stefanelli e Laurenti sono due ragazzi che lavorano sempre molto bene durante la settimana e Zaro l’avevo visto un po’ stanco nelle ultime partite e ho pensato di farlo rifiatare. Comunque nel primo tempo sia Stefanelli che Laurenti avevano fatto bene, poi nel secondo sono naufragati con tutta la squadra“.

Non sono preoccupato per una partita come quella di oggi – conclude il mister canarino – questa è una squadra che so che ha dei valori ma anche delle mancanze. C’è stato un momento in cui la partita ci sembrava facile e proprio in quel momento abbiamo preso gol. Dopo di che non siamo riusciti più a reagire. Dovremo lavorare per cercare di migliorare quelle che sono le nostre mancanze“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.