MODENA, CAPUANO: “SIAMO UNA SQUADRA DI ASSATANATI”

Dopo due mesi il Modena torna alla vittoria battendo nettamente il Gubbio. Un risultato netto e giusto, in virtù della prestazione dei ragazzi di mister Capuano. Il tecnico gialloblù ha analizzato la vittoria al termine della partita: “Questa partita ha sancito una crescita del Modena, inteso come squadra. Oggi abbiamo creato sei o sette palle gol a e rischiato quasi nulla, il primo tempo è stato di alta categoria, sia per intensità sia per coralità. Nella ripresa abbiamo avuto qualche problema, dovuto all’ansia da vittoria. Penso di essere stato bravo nei cambi, che sono fondamentali nel corso della gara. Questo è il successo di chi mi ha scelto, che a fine partita ha pianto. Sentire a fine gara la curva che urla il mio nome vale più di uno stipendio da un milione all’anno. Il Modena mi sembra una squadra di assassini, di scrofe assatanate, corrono e lottano fino all’ultimo secondo”. Il mister gialloblù individua l’unica nota stonata della gara: “Schiavi nel primo tempo è stato troppo irruento e ha concesso una punizione da cui è nato l’unico pericolo della gara. Al di là di questo siamo stati molto bravi, anche a gestire i cinque diffidati che avevamo. Peccato solo per Laner, stavo per cambiarlo e mettere Besea, alla fine non ho fatto in tempo. Io sto molto attento ai risultati motivazionali, oggi ho fatto sentire ai giocatori le parole de “Il Gladiatore”, così sapete tutto quello che ho fatto”.

Di Mattia Giovanardi