MODENA, DUE SPAREGGI NELLA SUA STORIA, E NEL PRIMO C’E’ DI MEZZO IL NOVARA

Se si escludono i Play-Off e Play-Out, introdotti negli anni ’90, il Modena, nella sua storia, ha disputato soltanto due spareggi di campionato. Uno con esito positivo e l’altro negativo. Il primo risale addirittura a prima della guerra, al campionato di serie B 1937/38, e in un qualche modo, c’è di mezzo il Novara. Infatti, la squadra canarina, allenata dall’ungherese Joakim Nekadoma, al termine di un torneo molto combattuto, finì al primo posto con 43 punti a pari merito con due squadre piemontesi, Novara e Alessandria, mentre il Padova, quarto, restò indietro di tre punti. Fu quindi necessario uno spareggio a tre per decretare le due squadre che sarebbero salite in serie A e si giocò a Milano. Il Modena, il 12 giugno del 1938, batté l’Alessandria per 3-0, con doppietta di Notti e gol di Zironi. Successivamente anche il Novara si impose sui “Grigi” per 3-2 e non fu nemmeno necessaria la terza partita. Canarini e azzurri novaresi salirono insieme nella massima serie.

Stesso stadio, quello milanese, ma sorte diversa al termine del campionato di serie A 1963/64. Nell’unica stagione della storia in cui lo scudetto fu assegnato allo spareggio, quello tra Bologna e Inter vinto dai rossoblù di Fulvio Bernardini, il Modena non riuscì a battere il Messina al Braglia all’ultima giornata e fu costretto a giocarsi la salvezza nello spareggio contro la Sampdoria. A Milano finì 2-0 per i blucerchiati e il Modena tornò in serie B dopo soli due anni nell’Olimpo del calcio italiano. Quello di Novara è quindi il terzo spareggio, sempre Play-Off e Play-Out a parte, giocato dalla società gialloblù.

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.