MODENA, L’AVVERSARIO: L’OLTREPO’ VOGHERA, SQUADRA CHE PUNTA SUI GIOVANI

Due vittorie consecutive, entrambe per 1-0 ed entrambe al termine di partite combattute. Il Modena ha iniziato al meglio il suo campionato ma sicuramente ha ancora tanto da migliorare, soprattutto in attacco, il reparto che alla vigilia sembrava più forte. Intanto però, domenica, si cerca il tris di vittorie, al Braglia contro l’Oltrepò Voghera, l’unica squadra, assieme al Sasso Marconi, ad essere ancora ferma a zero punti. La formazione dell’oltrepò pavese, nel derby casalingo con il Pavia, ha dimostrato di avere ancora seri problemi difensivi, oltre ad un gioco approssimativo e dai ritmi blandi. La società azzurro-bianco-rosso-nera, dopo la salvezza della scorsa stagione conquistata soltanto ai Play Out, ha deciso di puntare sui giovani e ha chiamato un tecnico, Fulvio Fiorin (foto), che con i giovani ha speso la maggior parte della sua carriera, soprattutto nel Milan. Un allenatore reduce tra l’altro, dalla sua prima, sfortunata, esperienza in serie B, sulla panchina dell’Ascoli, dove lo scorso dicembre è stato sostituto da Serse Cosmi.

Una squadra davvero molto giovane l’Oltrepò, che ha nel difensore centrale albanese residente a Stradella, Samina il suo uomo di maggior esperienza con i suoi 29 anni e diversi campionati in giro per l’Europa, tra Albania, Svizzera e Bulgaria. Nelle prime uscite stagionali, Fiorin ha alternato il 4-3-1-2 al 4-2-3-1, con il figlio d’arte Andrea Casiraghi al centro dell’attacco. In porta c’è il classe ‘97 Cizza, cresciuto nelle giovanili del Torino. Un minimo di esperienza ce l’hanno anche i due terzini, Nava, cresciuto nel Torino, e Colombini, scuola Inter ed ex Pro Piacenza. A centrocampo spiccano i classe ‘99 Soresina, anch’egli proveniente dalla Pro Piacenza, e Galtarossa, dal settore giovanile della Juventus, mentre in avanti il fantasista Greco gioca solitamente in appoggio alle punte, Bondi e Casiraghi.

Per quanto riguarda la storia, l’Oltrepò Voghera è una società piuttosto giovane, essendosi costituita nel 2013 dalla fusione della S.B.C Oltrepò di Stradella e dell’Associazione Sportiva Accademia Team Anni Verdi Voghera, che si occupava soltanto del settore giovanile. Se la sede è rimasta a Stradella, la squadra gioca le sue gare interne allo stadio Parisi di Voghera dove nel frattempo ha cessato l’attività la storica Vogherese. Partita dall’Eccellenza, l’Oltrepò Voghera ha conquistato subito la promozione in serie D, dove è rimasta fino ad oggi. Per quanto riguarda invece l’Oltrepò di Stradella, la sua storia risale al 1920 e tra gli anni ‘80 e ‘90 ha vissuto i suoi anni d’oro con diversi campionati di serie C2. Tra gli allenatori che hanno guidato la squadra in passato anche Paolo Sollier e Beppe Sannino.

(GB)

(foto dal sito ufficiale dell’Oltrepò Voghera www.oltrepovoghera.it).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.