MODENA: LE PAROLE DI SPAGNOLI E VARUTTI

Gli applausi fanno sempre piacere – ha ammesso Alberto SpagnoliNon è mai facile impegnarsi al massimo e poi vedere che le cose non vanno come sperare. Sapevo però che l’occasione giusta sarebbe arrivata. Cerco sempre di dare tutto in campo: sono fatto così, ma so benissimo dove devo migliorare. Il modulo? Oggi all’inizio ero un po’ spaesato. Nella ripresa ho provato a muovermi di più. Il modulo conta poco, l’importante è come ti approcci alla partita. Cesena? Mi è dispiaciuto tanto, perché quando hai un’occasione devi metterla dentro“.

C’è differenza tra i due mister – ha affermato Mickael Varutti Ora giocando a 4 siamo più solidi ed io e Mattioli ci alterniamo molto. Nel primo tempo abbiamo sfruttato più la fascia destra, mentre nel secondo tempo gli spazi sono aumentati e ho potuto spingere con regolarità anch’io. Play-off? Anche prima avevamo la consapevolezza di fare bene. Mister Mignani ci ha dato concetti semplici ma chiari. Adesso siamo più compatti e più squadra. Il mister? Ci ha aiutato molto a livello di testa. Abbiamo forse molto più fiducia in noi stessi e questo si rispecchia in campo. Vicenza? Ce la giocheremo a viso aperto. Loro sono primi, ma noi stiamo passando un buon momento e non abbiamo nulla da perdere“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.