MODENA: LE PAROLE DI ZARO ED INGEGNERI

E’ un punto prezioso per come si era messa la partita – ha affermato Giovanni Zaro – Abbiamo affrontato una squadra molto fisica e tosta come il Piacenza. L’espulsione? Non l’ho vista, ma conoscendo Davì penso sia stato provocato. Nel secondo tempo siamo stati bravi a soffrire insieme, contenendo gli attacchi avversari. E’ un punto che ci da fiducia, e da questo tipo di prestazioni che si giudica un gruppo. Il mercato? Chi non gioca tanto è giusto che cerchi spazio altrove. E’ normale, ma noi pensiamo partita dopo partita, concentrandoci su chi rimarrà. Che cos’è cambiato rispetto ad un girone fa? A volte nel calcio contano gli episodi. All’andata è stato così.“.

Volevamo iniziare bene l’anno – ha ammesso Andrea Ingegneri – cercando di dare continuità agli ultimi risultati. L’espulsione? Ero lì, stavano discutendo e secondo me sarebbe stato sufficiente un giallo. L’episodio però ci ha compattato ulteriormente. Siamo un grande gruppo e il secondo tempo di oggi lo ha dimostrato: i ragazzi che sono entrati hanno messo grande voglia ed energia. Che cos’è cambiato? Conta molto il lavoro che facciamo in settimana, e questo si rispecchia poi in partita. La mia stagione? Sono molto contento e voglio ringraziare lo staff di Modena che oggi mi ha permesso di essere in campo, nonostante mi sia operato a dicembre“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.