MODENA, PAVAN: “DOMANI NON E’ UNA GARA DECISIVA”

Il Modena è atteso domani pomeriggio da una sfida importantissima contro l’Albinoleffe. Una sconfitta farebbe scivolare i gialli in una crisi molto profonda, assai difficile da recuperare. Della gara e non solo questa mattina ha parlato il tecnico Simone Pavan:Abbiamo lavorato in settimana sia sull’avversario sia su noi stessi. Devo valutare chi sta meglio dal punto di vista psicologico. I ragazzi della Berretti martedì hanno dato il massimo, pur in una situazione ambientale molto complicata. Non potevo pretendere di più, hanno risposto al massimo delle loro possibilità. Per domani recupero solo Laner, non ci sono altri recuperati. Potrei tornare al centrocampo a tre, è un’idea, devo ancora decidere”. Domani l’avversario che attende i gialloblù è una diretta concorrente per la salvezza: “L’Albinoleffe è una squadra tosta, sono allenati da un mister molto preparato. Di certo sarà una battaglia, come tutte le gare che abbiamo giocato finora. La squadra ha la giusta tranquillità, domani non è una gara da dentro o fuori. Mi auguro di recuperare la maggior parte di indisponibili, questa è la chiave di volta di molti nostri problemi”. L’attacco è uno dei punti deboli del Modena di quest’anno: “Gli attaccanti vivono per il gol e un giocatore come Diakitè non fa eccezione. Sto cercando di spronarli e di mettere loro coraggio, ci vuole più determinazione in zona gol, altrimenti i gol non arrivano. Non abbiamo parlato della conferenza di Caliendo, noi dobbiamo pensare solo al campo. Ovviamente conosciamo tutti bene la situazione, ma ho cercato di tenere il più possibile fuori la squadra da questo argomento. Ai tifosi non posso dire nulla, ci hanno sempre sostenuto. Se vogliono contestare è giusto che lo facciano, non stiamo andando bene e quindi accetto qualsiasi reazione”.

Di Mattia Giovanardi