MODENA-SUDTIROL AL BRAGLIA: L’ANNO SCORSO L’ULTIMA PARTITA GIALLOBLU PRIMA DEL LOCKDOWN

Dopo il turno infrasettimanale contro il Carpi e la sfida sul campo del neo promosso Mantova, il Modena è atteso da un altro confronto diretto per le zone alte della classifica. Domenica 22 novembre alle 15, infatti, al Braglia arriverà il Sudtirol di Stefano Vecchi, una delle squadre che ha iniziato meglio questo campionato e che si trova al secondo posto in classifica dietro il Padova. Entrambe le squadre, gialloblù e biancorossi altoatesini, hanno nella fase difensiva il loro punto di forza (sei gol subiti), mentre il Sudtirol, in 10 gare, ha segnato una rete in più del Modena (15 contro 14). Nonostante le cessioni importanti, Morosini a gennaio poi Mazzocchi (Reggiana) e Petrella (Triestina) in estate, la squadra di Stefano Vecchi è riuscita a rimanere altamente competitiva e, se possibile, a rinforzarsi ancora, merito di una società che da anni sta lavorando molto bene senza fare voli pindarici, ma con l’obiettivo di raggiungere la serie B il prima possibile.

Dal mercato sono arrivati giocatori di qualità ed esperienza come il regista Leandro Greco (34 anni), un passato in serie A con Roma, Verona, Genoa e Livorno, l’attaccante Simone Magnaghi, ingaggiato dal Pordenone, e l’altra punta centrale, il poderoso Odogwu, l’anno scorso alla Virtus Verona. In rosa il Sudtirol ha diversi altri giocatori di qualità ed esperienza, dai centrali Malomo e Vinetot (al momento infortunato), ai centrocampisti Tait e Beccaro, quest’ultimo cercato a lungo dal Modena di Zironelli la scorsa stagione, alle punte Casiraghi e Fischnaller (anch’egli infortunato). Tendenzialmente la squadra di Vecchi, allenatore di scuola Inter e sulla panchina del Carpi nell’anno del suo debutto in serie B, si schiera col 4-3-1-2 come il Modena di Mignani. Tra i pali il titolare è Poluzzi, ingaggiato in estate dalla Virtus Francavilla. Davanti a lui i terzini El Kaouakibi e Davi e i centrali Curto e Malomo. A centrocampo il già citato Greco è il regista con di fianco Karic e Gatto, mentre in avanti Casiraghi gioca alle spalle della coppia Magnaghi-Turchetta.

Sei sono i precedenti ufficiali tra canarini e biancorossi, cinque in campionato e uno in Coppa Italia. Curiosamente, in due occasioni le sfide contro la squadra dell’Alto Adige, hanno rappresentato per il Modena l’ultima partita prima della chiusura anticipata della stagione. Lo scorso 22 febbraio, proprio il match contro il Sudtirol al Braglia, vinto per 1-0 con gol di Spagnoli, è stato l’ultimo prima della sospensione della serie C per l’emergenza sanitaria e anche l’ultimo con i tifosi allo stadio senza nessuna limitazione. Quella giocata a Bolzano il 4 ottobre del 2017 (3-1 per i Sudtirol con rete dell’attuale gialloblù Costantino, doppietta di Tait e gol della bandiera canarina di Momentè) fu invece l’ultima partita del Modena di Capuano prima della radiazione dal campionato e del fallimento.

Per il resto le altre sfide al Braglia hanno sempre visto i gialloblù vincitori. Nel 2012, in Coppa Italia, il Modena di Marcolin ebbe la meglio sul Sudtirol per 2-0 grazie ai gol di Andelkovic e Ardemagni, mentre nel 2016 fu un colpo di testa di Cossentino in pieno recupero a risolvere l’incontro a favore degli uomini di Simone Pavan. Solo delusioni, invece per i canarini nelle partite giocate a Bolzano.

I precedenti al Braglia

2012/13, Coppa Italia: Modena-Sudtirol 2-0 (Andelkovic e Ardemagni)

2017/18, Serie C: Modena-Sudtirol 1-0 (Cossentino)

2019/20, Serie C: Modena-Sudtirol 1-0 (Spagnoli)

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.