MODENA, ZIRONELLI: “CON LA FERMANA DOBBIAMO VOLTARE PAGINA. IL MIO SFOGO? LE PAROLE DI UN PADRE AI FIGLI”

E’ un Mauro Zironelli più sereno quello che si presenta in sala stampa in vista della sfida del Braglia contro la Fermana e a una settimana dal duro sfogo di Vicenza. “In settimana la squadra ha lavorato bene, abbiamo cercato di analizzare la partita non buona fatta contro l’Arzignano e di cercare di essere più intensi e e proporre un qualcosa di diverso perché abbiamo fatto un paio di passi indietro“. 

Il mio sfogo di domenica – continua il mister gialloblù – è dato dal fatto che fondamentalmente pretendo di più, quando vado a parlare con i professori dei miei figli è normale che, se non mi parlano benissimo, torno a casa e e cerco di spronarli, non vado a comprargli il computer. Il mio è stato un discorso fatto da padre a figlio. Il gruppo è ottimo, ci sono ragazzi intelligenti eh il mio sfogo è venuto solo perché pretendo di più. Poi, l’ho detto altre volte, sono di Vicenza e lì mi succede questo. Devo cercare di andare in sala stampa dopo mezz’ora, 45 minuti, non dopo soli 2 minuti come domenica scorsa“. 

Zironelli guarda poi al match con a Fermana. “Bisogna voltare pagina, si è visto che il campionato non è così semplice, vedete che il blasone non va in campo. La Sambenedettese ha perso in casa con la Virtus Verona, il Ravenna ha perso in casa con l’Arzchiampo. A tutti chiedo un grande spirito di appartenenza di mettere l’uomo dentro la maglia. Mancherà qualche pedina davanti e dietro ma mi interessa poco, chi gioca dovrà dare il massimo. Loro hanno cambiato allenatore in settimana, quindi possiamo sapere poco, ci siamo preparati solo pensando a noi stessi, l’importante è dare tutto“.  

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.